SARONNO – Dovrà pagare una sanzione di 80 euro e si troverà anche a dover comparire davanti all’autorità giudiziaria per rispondere di oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. E’ l’epilogo dell’animato episodio che qualche giorno fa ha visto protagonista un 43enne saronnese in via Concordia.

L’uomo era seduto nella vettura posteggiata proprio sulle strisce pedonali. Quando sono passati gli agenti in servizio nel quartiere gli hanno detto di spostare la macchina che ostacolava il passaggio in sicurezza dei pedoni. Lui ha spiegato di non poterlo fare perchè privo di patente. A guidare l’auto era la fidanzata che si era allontanata. Quando si reso conto che i vigili stavano compilando la sanzione da 80 euro ha iniziato a dare in escandescenza aggredendo verbalmente e minacciando gli agenti che hanno chiamato i rinforzi. L’uomo si è poi calmato senza ulteriori escalation ma per lo scatto d’ira è stato denunciato per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale accuse per le quali dovrà comparire davanti davanti all’autorità giudiziaria.

8 Commenti

  1. Altro che denuncia , tempo perso x tutti , un mese di lavori forzati , magari a pulire le strade .Povera Italia fino a quando i prepotenti non saranno puniti seriamente il rispetto civico scenderà sempre più in basso .

  2. I vigili, oltre che dare le multe alle auto in divieto di sosta o perché scaduto da poco il disco orario, dovrebbero preoccuparsi anche di chi sta nei negozi, clienti ed esercenti, senza mascherina o di controllare l’ordine pubblico per non essere scippati in pieno centro alle cinque del pomeriggio

  3. Passo spesso per questa via e devo dire che è in uno stato di degrado. Il parcheggio selvaggio degli utenti Meditel, pochissimi posti disponibili per l’utenza, il percorso pedonale interrotto da un “panettone” e da transenne ormai contorte dagli urti, le auto parcheggiate dove sono stati divelti i paletti e spesso auto contromano. Lo stesso nelle vie adiacenti. Nessuno controlla e nessuno se ne preoccupa, sembra una zona “dimenticata”.

  4. La via non è per niente in degrado. È semplicemente non strutturata per ricevere tutta l’utenza del centro medico. E poi in degrado sono le teste delle persone.

Comments are closed.