SOLARO – Nel corso dell’anno 2022 verrà ultimata la riqualificazione di corso Europa, con l’esecuzione dei lavori sul terzo tratto. Durante l’estate è stato ultimato il progetto e bandita la gara. Tutte le formalità si sono concluse all’inizio del mese di novembre ed il programma prevede l’inizio del cantiere durante la prossima primavera.

Negli ultimi due anni sono terminati i lavori all’intersezione con via Della Repubblica e sulla rotatoria ed a seguire nel primo e nel secondo tratto della strada, sino all’intersezione con via Per Limbiate. Il rinnovamento è completo di nuovi camminamenti, dell’interramento della rete elettrica, di una nuova illuminazione e di nuove fermate con pensilina per il trasporto pubblico. Il nuovo cantiere proseguirà con gli stessi obiettivi e finalità: abbattimento delle barriere architettoniche, completamento del marciapiede sul lato ovest e rifacimento sul lato est. Di 150 mila euro di quadro economico, ben 140 mila sono stati ottenuti grazie ad un finanziamento di Regione Lombardia. I lavori proseguiranno poi con la rotonda prevista sempre per il 2022 tra corso Europa e la Saronno-Monza.

Per quanto riguarda via Marconi, per la parte di competenza comunale, i lavori procedono secondo cronoprogramma.
Dopo essere stato portato nelle condizioni di accogliere la nuova illuminazione pubblica con l’interramento della rete elettrica, nei prossimi giorni il cantiere sarà sospeso in attesa dell’intervento di competenza dell’azienda di gestione della rete. L’iter burocratico per il coinvolgimento di Enel è già stato completato, si attende solamente la conferma delle tempistiche da parte dell’azienda. Nel periodo di sospensione, la strada sarà riaperta al traffico grazie a delle asfaltature puntuali, prevendendo una segnaletica provvisoria che permetta il transito dei veicoli in completa sicurezza.

Dice Christian Caronno, assessore comunale ai Lavori pubblici: “Non ci siamo fermati alla mera programmazione di alcune asfaltature sul territorio comunale, bensì siamo andati oltre con riqualificazioni complete che potessero dare un nuovo volto alle zone interessate. Questi interventi sicuramente richiedono più tempo e più risorse, ma siamo sicuri che saranno più efficaci e duraturi. L’abbattimento delle barriere architettoniche, l’interramento dei cavi ed una nuova illuminazione saranno sempre più centrali nei nostri progetti di riqualificazione delle strade comunali”.

02122021

2 Commenti

  1. Ottimo , ma ci sono anche le piccole buche che sono insidiose e pericolose da sistemare, qualche anno fa’ gli operai in poche ore sistemavano il tutto perché oggi ci vogliono settimane? .

Comments are closed.