SARONNO / CERIANO LAGHETTO – “Sono molto soddisfatto di questo intervento di Regione Lombardia che dimostra concretamente che l’attenzione su questa crisi aziendale da parte delle istituzioni locali non è mai calata, nonostante le dure condizioni a cui sono stati sottoposti da subito i lavoratori e i rapporti non facili con la proprietà aziendale”. Lo dichiara il sindaco di Ceriano Laghetto, Roberto Crippa, riguardo al finanziamento di 250 mila euro giunto dalla Regione per la riqualificazione professionale dei dipendenti ex Gianetti. “Mentre dal Tribunale di Monza continuano a giungere notizie poco confortanti per i lavoratori della fabbrica di Ceriano, dopo la sostanziale conferma della prima udienza che ha ritenuto legittimi i licenziamenti decisi dall’azienda e comunicati all’improvviso a sindacati e lavoratori, dalla Regione Lombardia arriva un’azione concreta che potrà contribuire a risolvere la situazione difficile di molti ex dipendenti rimasti ad oggi senza lavoro” rilevano dal Comune di Ceriano.

“Il Comune di Ceriano Laghetto, così come ha sondato ogni strada concretamente percorribile per cercare di limitare il più possibile gli effetti di questa crisi, ha subito assecondato le esigenze avanzate da Afol Monza e Brianza riguardo la necessità di organizzare in loco i primi incontri informativi. Ho subito concesso gli spazi comunali per gli incontri propedeutici, evitando ulteriori perdite di tempo in quanto percepivo la possibilità di una occasione da non perdere per i lavoratori della Gianetti e oggi questa decisione di Regione Lombardia conferma la bontà di quelle scelte. Mi auguro che questo percorso si trasformi presto in nuove opportunità di lavoro” aggiunge il sindaco Crippa.

QUI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA

Fondata nel 1880 a Saronno la Gianetti ruote ha oggi sede in via Stabilimenti a Ceriano Laghetto dove conta 152 dipendenti. Attualmente produce ruote per camion e per le celebri motociclette della Harley Davidson. E’ di proprietà di un fondo investimenti tedesco, che controlla anche molte altre aziende in svariati settori compreso quello dei giocattoli e del modellismo. E’ ferma dal 3 luglio quando è stata inviata la mail che annunciava lo stop dell’attività nello stabilimento cerianese e l’intenzione di procedere con il licenziamento collettivo.

(foto archivio: il sindaco di Ceriano Laghetto, Roberto Crippa, al presidio dei lavoratori Gianetti la scorsa estate; con altri primi cittadini della zona)

14022022

1 commento

Comments are closed.