GERENZANO – “L’attacco un po’ scontato e per nulla inatteso portatoci dalla lista della destra gerenzanese guidata da Ambrogio Clerici ci dà l’opportunità di precisare una cosa importante: crediamo che ci sia un solo modo di interpretare degnamente la politica, soprattutto a livello comunale (dove la legge elettorale maggioritaria vigente favorisce i progetti condivisi), ed è quello basato sulla chiarezza delle idee, sulla concretezza dei programmi e sulla fiducia nelle persone”.

Inizia così la nota di Gerenzano Democratica, firmata da Stefano Gianni segretario del Partito Democratico di Gerenzano, in merito all’attacco di ieri della compagine che candidata Ambrogio Clerici alla guida della città per le prossime elezioni.

“L’adesione alla lista civica Insieme e Libertà per Gerenzano ‒ che fra l’altro, negli ultimi anni ha avuto modo di maturare la dimestichezza con i meccanismi burocratici indispensabile per cogliere le occasioni offerte dal Pnrr ‒ ci concede l’opportunità di dare più valore alle idee da noi espresse su ambiti come la gestione dell’ambiente (e in particolare su una questione non più eludibile come quella della bonifica della discarica), i rapporti fra scuola e amministrazione comunale, la promozione culturale, che sono stati al centro del discorso politico che abbiamo portato avanti fin dalla nostra fondazione.

Nel programma elaborato, e al quale abbiamo contribuito fattivamente, ci riconosciamo completamente; e allo stesso modo ci ritroviamo nella scelta come candidato sindaco di una persona sobria e competente come Stefania Castagnoli.

Preferiamo di gran lunga un sano pragmatismo di questo tipo a una interpretazione della competizione elettorale e della dialettica istituzionale basata non sulla concretezza del fare e sul realismo progettuale, ma su irranciditi pregiudizi e sul perpetuarsi di vecchi rancori personali, che non fanno onore a chi se ne dimostra schiavo.

3 Commenti

  1. D’altronde i principali protagonisti dopo magre figure hanno pensato di non candidarsi a sindaco oer evitare altri disastri, dopodiché come a livello nazionale in realtà sono divisi si tutto anchw a Gerenzano hanno poco fa dire percio piuttosto che parlare di programmi meglio fare quello che prediligono…. Sparare sull’avversario

  2. Qualcuno dice che su certi argomenti importantissimi non ci può essere condivisione col PD( elettori di area cattoljca).Non sono d’accordo perché si sta parlando di ‘elezioni amministrative,per cui condivido il pragmatismo per portare avanti progetti su cui c’è un intento comune.

  3. Quello che non si capisce è come si può fare opposizione x 10 anni e poi allearsi dicendo che c’è condivisione di poltrone, scusate , di programma. Veramente il Pd avrebbe fatto un’ottima figura, tutta di un pezzo, se non si fosse presentato, lasciando liberi i suoi sostenitori di votare il programma migliore . Invece no, dopo averli attaccati ci si alleano. Questa è la politica che fa allontanare i cittadini dalle urne. Ma non sempre si fanno scelte azzeccate nella vita e ,purtroppo , poi si pagano.

Comments are closed.