SARONNO – E’ ancora una volta una piega del regolamento comunale a togliere le castagne dal fuoco all’Amministrazione comunale del sindaco Augusto Airoldi durante la seduta del consiglio.

Ieri sera era in discussione la mozione di Obiettivo Saronno sull’incarico dato alla moglie di un’assessore di cui si è parlato molto in città.

Prima dell’inizio della discussione il consigliere comunale Francesca Rufini ([email protected]) ha preso la parola e facendo riferimento al primo comma dell’articolo 43 del regolamento e ha chiesto se “la discussione non dovesse avvenire in seduta segreta”. “Vorrei essere sicura che sia legittima” ha chiosato. “Magari poi l’opportunità politica ci dirà di farla pubblica comunque pubblica. Ma è un caso diverso. Vorrei solo la sicurezza che sia legittima la scelta”.

Il presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli ha sua volta ha chiesto un parere al segretario comunale Pietri. “La discussione dovrebbe essere assolutamente segreta – ha dichiarato – perchè il testo della mozione contiene informazioni sottoposte alla privacy come ad esempio l’appartenenza ad un partito politico”. Il presidente si è preso un minuto di pausa e poi è tornato sul suo scranno. Dopo qualche intemperanza con il pubblico e il vaglio di alcuni commi dell’articolo 43 del regolamento comunale Gilli ha deliberato che la seduta dovesse essere segreta “soprattutto per tutelare i consiglieri che potrebbero trovarsi a dire qualcosa che potrebbe anche avere sbocchi penali”.

Malgrado nella sua disanima Gilli parli di un vuoto del regolamento, di articoli che non precisano chi debba decidere e soprattutto di una mozione ammissibile perchè inserita all’ordine del giorno senza che ci sia stata nessuna obiezione in conferenza di capigruppo non lascia spazio a nessun commento. Chiede a pubblico e ai giornalisti di lasciare la sala e rimarca come la sua decisione non sia soggetta a dibattito o confronto. I consiglieri rumoreggiano ma Gilli rimarca “niente dibattito, niente votazione”

Obiettivo Saronno, lista civica che ha presentato la mozione, chiede la parola con il capogruppo Luca Amadio e preso atto della decisione del presidente e ritira la mozione.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su 
https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

10 Commenti

  1. Forse ho capito male. On presenta una mozione, per ragioni di privacy decidono che dovrà essere svolta a porte chiuse e OB ritira la mozione. Se e così avrà quasi che l’unico scopo di OB fosse quello di fare caciara…. La cosa non meraviglierebbe tra l’altro

  2. 😂😂😂😂
    Grandissima figura per tutti!
    Se la mozione non poteva essere discussa pubblicamente… perché è stata iscritta all’ordine del giorno?
    Se la segretaria generale non aveva dubbi perché lo ha comunicato all’ultimo?
    Per com’era scritta la mozione per forza di cose avrebbe dovuto essere discussa in segreto: per quale ragione Obiettivo Saronno l’ha ritirata? Siccome non può fare un inutile show a beneficio del pubblico allora non ha senso perdere tempo a discutere?

    Pagina altamente comica, ma tristissima e politicamente imbarazzante per tutti.

  3. Vu abbiamo eletti per essere trasparenti, invece siete tutti uguali, per difendere le poltrone vi chiudete a riccio

  4. Quindi Obiettivo Saronno ha portato in Consiglio Comunale una mozione unicamente utile alla loro visibilità? Altrimenti, se certi del contenuto, non mi spiego perché non ne hanno comunque discusso. Da tempo il loro atteggiamento mi ha lasciata perplessa, ma questa volta si sono passati i limiti…altro che interesse per Saronno. Mi sono lasciata incantare per troppo tempo.

    • Se la mozione resta secretata, i cittadini cosa sanno? Niente, il nulla.
      E a cosa serve (visto che la maggioranza sa benissimo cosa è successo)? A niente.
      La trasparenza dell’Amministrazione rimane solo sulla carta, belle parole e basta.

  5. Che titolo curioso. W l’oggettivita’ . Ma soprattutto meno male che i regolamenti ci sono e c’è chi li fa rispettare in questo e in tutti gli altri casi

  6. Questa volta ad Obiettivo Saronno è andata proprio male!!
    La loro mozione è rimasta impigliata nelle maglie della rete del regolamento!! Che ingenui!

  7. Finalmente Obiettivo Saronno ha gettato la maschera !!
    Erano così interessati a discutere la mozione che loro stessi avevano presentato che, nel momento in cui il Presidente del Consiglio Comunale ha deciso di rendere secretata questa discussione, hanno deciso di ritirare la mozione stessa. Sarebbe questa la competenza politica e amministrativa di queste persone ? fanno scelte e prendono posizioni unicamente in modo STRUMENTALE !!
    Proprio gli analfabeti della politica!!

  8. Sempre più Obiettivo Visibilità…tolta la visibilità = ritirata la mozione!! Ennesima pessima figura del duo di reggenti di OS

Comments are closed.