Coppia con neonata, sfrattati perchè abusivi

SARONNO – Una coppia di tunisini con una figlia di 10 giorni si è presentata ieri pomeriggio in Municipio chiedendo l’aiuto dell’Amministrazione comunale. La coppia viveva abusivamente da qualche tempo in una casa dell’Aler da cui sono stati sfrattati proprio ieri mattina. Così si sono presentati in Municipio chiedendo un alloggio soprattutto per la piccola appena nata.

La coppia è rimasta a stazionare davanti l’ingresso laterale del palazzo comunale fino a quando, intorno alle 16, alcuni vigili hanno chiesto se avessero bisogno di qualcosa. Così capito quale fosse l’emergenza sono stati accompagnati ai servizi sociali.

I due stranieri abitavano da qualche tempo in una casa Aler a Saronno, il marito in precedenza aveva abitato a Guanzate, ma non avendo altri spazi e non potenedosi permettere una casa in affitto avevano trovato rifugio in una casa Aler inutilizzatain via Quarnaro.
Ieri mattina la casa è stata sigillata e la coppia di neo genitori si è ritrovata senza punti di riferimento. Così ha raggiunto piazza Repubblica e ha chiesto l’aiuto del Comune.

“Si tratta di un caso non “storico”, che abbiamo appreso all’improvviso questo pomeriggio. Assieme ai responsabili dell’ufficio servizi sociali del comune stiamo ricostruendo la vicenda, per cercare comunque di fornire un primo aiuto al nucleo familiare, in particolare per le urgenze immediate, in attesa di valutare i contorni della vicenda nel suo insieme. Per il momento cercheremo una soluzione d’emergenza almeno per la mamma e la bambina, ci siamo già attivati in questo senso per dare una risposta concreta alle esigenze di queste ore, vista la tenera età della figlia della coppia” afferma l’assessore ai servizi sociali, Gianangelo Tosi.

 

15032017

33 Resposte a Coppia con neonata, sfrattati perchè abusivi

  1. Anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 7:33 am

    Prima però vengono gli italiani!

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 9:56 pm

      Prima vengono gli esseri umani

  2. Anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 7:45 am

    Si, bravi.
    Aiutiamo gli stranieri e i saronnesi lasciamoli marcire.
    Molto molto male.

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 9:57 pm

      Quali saronnesi sono per strada con una bimba di un mese?

  3. Saronnese X Rispondi

    15/03/2017 a 8:07 am

    Un aiuto concreto: tre bei biglietti per Tunisi, solo andata.

  4. anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 8:23 am

    Tre biglietti aerei per Tunisi, sola andata?

  5. an podi pú de certa gent Rispondi

    15/03/2017 a 8:32 am

    a tutti quelli che hanno figli il comune deve dare una casa? troppo comodo cosí….Si facciano aiutare dai connazionali nonché correligionari. Non sono fratelli?

  6. Anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 8:46 am

    Vengano accompagnati al proprio paese.
    Svuotiamo l’Italia. Prima gli italiani

  7. dario Rispondi

    15/03/2017 a 9:08 am

    evidentemente si sentivano sicuri di poter mantenere una figlia forti dell’affitto a costo zero per la casa occupata

  8. Io Rispondi

    15/03/2017 a 9:35 am

    Ormai è da tempo che ho maturato una sensazione di vergogna di far parte del genere umano. Troppe cose negative accadono al mondo. Troppo menefreghismo, troppo egoismo, odio e intolleranza.
    E avere ancora una volta la conferma di questa sensazione leggendo commenti del genere di fronte ai bisogni di una creatura da poco venuta al mondo, rendiamoci conto, questa creatura ha solo 10 giorni… Rimango sconcertata. In questa circostanza spero di cuore che al mio commento ne seguano altri che vadano controcorrente e diano speranza, mostrino un minimo di comprensione umana per questa famiglia e per la sua piccola. Non vengono prima gli italiani, non è una guerra tra razze… Qui si tratta di una bambina innocente… Che dobbiamo solo sperare possa avere una fanciullezza serena..

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 10:50 am

      sottoscrivo….temo invece che questi personaggi diffondano il seme dell’odio verso tutti i diversi….poi sono gli stessi che non muovono un dito verso i loro simili che evadono le tasse e altre cosucce molto più pericolose.

      • an podi pú de certa gent Rispondi

        15/03/2017 a 9:11 pm

        e tu invece cosa fai per denunciare gli evasori? cosa fai per chi fa cosucce pericolose? li denunci? e cosa fai per i diversi? e chi sono i diversi? i tunisini sono diversi? hanno tre occhi e tre mani? non mi pare…….mi sa che sei il solito buonista a parole

    • anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 11:37 am

      Perchè se tornano in Tunisia che succede? Mica li si manda davanti al plotone di esecuzione, tornano solo al loro paese, dove avranno qualche parente che magari li puo’ aiutare. O forse pensi che sia meglio crescere in una casa occupata abusivamente e magari senz’acqua e riscaldamento?
      Ti dovresti rendere conto che non possiamo prenderci carico di tutta l’Africa e questa lagna della solidarietà pelosa dovrebbe finire una buona volta.

    • dario Rispondi

      15/03/2017 a 12:04 pm

      e non hai ancora visto niente.. quando scoppierà la bomba sociale (non parlo solo delle non-politiche di accoglienza) che stanno costruendo senza rendersene conto lì si che ci sarà odio e violenza

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 9:47 pm

      mi associo totalmente. Certi commenti non sono solo razzisti, ma disumani. Condannare una bambina di 10 giorni perchè non è italiana è da animali feroci, che probabilmente vanno pure in chiesa a chiedere miracoli. Vergognatevi.

      • Anonimo Rispondi

        16/03/2017 a 8:31 am

        La bambina é nata in Italia, quindi é italiana, i genitori sono nati in Tunisia e sono tunisini.

  9. Lars Rispondi

    15/03/2017 a 12:37 pm

    Leggere certi commenti indecenti suscita un sentimento di profonda pena, sdegno e miseria. Non conoscendo il significato della parola dignità certa gente non fa altro che dare voce alla propria misera ignoranza. I soliti, stupidi e vuoti slogan da becera osteria di quarta serie vengono continuamente sbandierati quasi come fosse un mantra da ripetere quotidianamente per provare a riempire i propri vuoti esistenziali. L’umanità appartiene solo alla gente nobile e certi commenti dimostrano che di gente nobile ne esiste davvero poca. Che tristezza..

  10. Marino Rispondi

    15/03/2017 a 1:30 pm

    Non solo straconfermo biglietto x Tunisi solo andata ma aggiungo la domanda: cosa ci facevano qui?. Occorre fermarli alle frontiere prima che vengano in Italia (e a Saronno) ad occupare abitazioni abusivamente a discapito di cittadini italiani che sono anni che hanno fatto domanda. E va da se che individui che occupano case abusivamente non abbiano nemmeno un lavoro, perciò volente o nolente sono a grande pericolo di compiere atti criminali verso il paese in cui sono (scippi, rapine ecc ecc se ne sente tutti i colori) . Poi diventa una catena. Pertanto gli atti necessari sono due: lo sfratto e il rimpatrio immediato! (in questo caso)
    Tutto ciò vale indipendentemente che l’occupante sia italiano o straniero.
    Già le norme sono poche e spesso non rispettate, per una volta che la legge viene fatta rispettare non c’è che da essere contenti. Troppo bello e troppo facile occupare…e c’è un bambino, e c’è un anziano e c’è questo e c’è quello….basta!! si rispetta la legge!!. Chi occupa compie reato penale e la storia finisce li, senza se e senza ma che non giustificano un beneamato ceppo. Ci vuole rispetto per chi paga le tasse e sono ANNI che aspetta una casa popolare e ne ha DIRITTO!
    Tutto il resto è aria fritta, demagogia buonista e propaganda interessata, scempiaggini da salotto e sappiamo benissimo da che parte politica tira questo vento….

    • Filippo Rispondi

      15/03/2017 a 5:18 pm

      … ho letto in fretta l’articolo, ma mi sembra che i due avessero il permesso di soggiorno

      • Marino Rispondi

        17/03/2017 a 1:05 pm

        può essere. In ogni caso non è una scusa per occupare immobili abusivamente.

  11. Giulio Rispondi

    15/03/2017 a 2:04 pm

    Ma cosa diamo diventati? Non abbiamo più un briciolo di umanità? Conosco fior di saronessi che sfruttano in maniera vergognosa i fondi dei servizi sociali, non lavorano, hanno la casa gratis e si fanno pure pagare luce e gas. Vorrei che le mie tasse servissero ad aiutare chi ne ha veramente bisogno, indipendentemente dalla fede e dal colore della pelle.

  12. Anonimo Rispondi

    15/03/2017 a 2:06 pm

    Concordo pienamente, sicuramente, questi signori che commentano in modo “vergognoso” la notizia di domenica sono in Chiesa a ricevere la comunione.

  13. Chiara Rispondi

    15/03/2017 a 2:13 pm

    Complimenti, diamogli prima la casa e poi candidiamoli genitori dell’anno

  14. saronnese Rispondi

    15/03/2017 a 6:24 pm

    Giulio, se conosce saronnesi che sfruttano i servizi sociali, che magari non pagano le tasse, li denunci!!! Almeno avrà fatto il suo dovere. E’ facile fare solo proclami, occorre essere coerenti e andare fino in fondo se si vuole giustizia

  15. Marin Rispondi

    15/03/2017 a 9:50 pm

    Assessore perché non li ospita a casa, hanno occupato una casa perché erano in stato di bisogno e non avevano opportunità di pagare per ora un affitto, lei dal lato della sua esperienza e del suo buon cuore pensi al neonato e trovi una soluzione. Grazie

    • Paola Rispondi

      16/03/2017 a 11:16 am

      giusto lei che è esperto nel settore aiuti il piccolo…

  16. Laura Rispondi

    15/03/2017 a 10:15 pm

    Non pare molto intelligente cercare un figlio se non gli si può permettere almeno un soffitto sulla testa. Non è un fagotto da esibire fuori dal comune di Saronno… come è stato scritto l’articolo sembra che la creatura sia stata usata per ottenere qualcosa in cambio….Ma questa è la mia opinione..

    • Anonimo Rispondi

      15/03/2017 a 10:47 pm

      infatti propongo di togliere la voce numero dei figli dalle varie classifiche per la casa, per la scuola, per la deduzione delle tasse, a tutti. E che diamine, chi glielo fa fare?? Anzi potremmo chiudere persino le case popolari, mettere su famiglia se non hai un tetto…roba da matti.

      • Laura Rispondi

        16/03/2017 a 10:04 am

        Bisogna essere responsabili.i figli non sono merce di scambio. Non è questione di chiusura di qua e di là. Bisogna ponderare le cose. Purtroppo oggi i genitori sono sempre più vecchi al primo figlio perché da responsabili creano i presupposti per poterli accogliere…E prima di avere un lavoro stabile ne passa di tempo.. Soprattutto per chi rispetta le regole..

  17. Anonimo Rispondi

    16/03/2017 a 11:07 am

    perchè non chiedono aiuto nella moschea di fianco alla concessionaria Volvo, Lì troveranno connazionali pronti ad aiutarli.
    No! sempre il nostro caro amico PANTALONE…

    • Marino Rispondi

      17/03/2017 a 1:07 pm

      ma figurati, quelli sono sempre solo capaci di chiedere….ma di dare mai!!

  18. Marino Rispondi

    16/03/2017 a 8:05 pm

    e già chissà perchè gli italiani non fanno più figli ed extracomunitari ne hanno 3 o 4 a testa….tanto poi lo stato del Bengodi che gli da la casa e li mantengono lo trovano a braccia aperte!!!

  19. giovanni Rispondi

    18/03/2017 a 1:57 pm

    E se tornasse al suo paese????

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.