Verde pulito: il Comune ci crede e raddoppia i punti di pulizia

SARONNO – La scarsa partecipazione all’ultima edizione non fermato l’Amministrazione comunale che è già riuscita ad aumentare il coinvolgimento dei cittadini nella  “Giornata del verde pulito”, iniziativa istituita nel 1991 da Regione Lombardia e finalizzata a sensibilizzare i cittadini sul tema dell’abbandono dei rifiuti. Quest’anno la manifestazione è realizzata anche in collaborazione con la Regio Insubrica che comprende anche Comunità della Svizzera.

La manifestazione si terrà domenica 26 marzo, con la partecipazione di diverse associazioni cittadine, presentandosi alle 8.30 all’ingresso del parco del Lura in via Volpi, dove avrà inizio l’attività di pulizia delle nostre aree verdi. Hanno già aderito Protezione civile e le Associazioni Paracadutisti, Finanzieri d’Italia, Associazione Alpini e Aquilab.

Vero successo per l’Amministrazione il coinvolgimento di nuove realtà come l’associazione Aquilone che provvederà alla raccolta nelle aree verdi del proprio quartiere. La finalità della manifestazione non è solo quella di ripulire il territorio, ma anche e soprattutto quella di mobilitare la popolazione, educandola alla corretta gestione dei rifiuti.

“Innanzitutto ringrazio le associazioni che si sono messe a disposizione della comunità per questa giornata – sottolinea l’assessore all’Ambiente, Gianpietro Guaglianone – che speriamo sia non solo aiutata dal bel tempo, ma anche che veda la partecipazione di tanti cittadini. Il rispetto per l’ambiente è importante, la coscienza civica in tal senso è patrimonio di tanti saronnesi ma purtroppo episodi di abbandono di rifiuti sul territorio comunale e nelle aree verdi si verificano ancora troppo spesso. Quella di domenica è un’occasione non solo per aiutare l’ambiente, ma anche per fare il punto della situazione e lanciare un importante messaggio di sensibilizzazione verso questa tematica”.

(foto archivio: un momento dell’ultima edizione l’assessore Guaglianone con i volontari della protezione civile)

21032017

8 Resposte a Verde pulito: il Comune ci crede e raddoppia i punti di pulizia

  1. anonimo

    21/03/2017 a 7:17 am

    Il verde si rispetta anche mettendo dei cestini. È possibile che al parco Lura non ci siano cestini per la raccolta di rifiuti ? Si sa gli animali sporcano e la gente raccoglie ma i sacchettini se li devono portare a casa.

    • Turk-182

      21/03/2017 a 9:10 am

      Si è possibile che non ci siano cestini ed è giusto così. I cestini ci sono agli ingressi ma non nel parco, perché è un’area naturale e non bisogna mettere cestini nelle aree naturali. Non vedo dove sia il problema. Se mangio uno snack o devo portare a spasso il cane, mi tengo i rifiuti e quando esco li butto nel cestino.

      • anonimo

        21/03/2017 a 5:37 pm

        Quale cestino quando esco ? Non c’è ne sono

    • Ezechiele

      21/03/2017 a 10:19 am

      E’ il Consorzio parco a non volere i cestini all’interno della struttura, per evitare che vengano usati come mini discariche

  2. Anonimo

    21/03/2017 a 7:20 am

    Tanto a pulire son sempre e solo i bravi ragazzi della protezione civile,i comunistelli son spariti caduta la giunta Porro,cittadini mai visti…e il culo se lo fanmo sempre gli stessi

  3. Anonimo

    21/03/2017 a 7:22 am

    Protezione civile :azione di prevenzione o risposta a eventi naturali o sovrannaturali o emergenze
    Protezione civile a Saronno:spazzini a gratis
    È ora di finirla con sta storia…

  4. periferico

    21/03/2017 a 10:12 am

    a proposito di Aquilone, ci sono tre campi da calcio di varie dimensioni con luci, porte, impianto irrigazione, recinzione ………. ma sono utilizzati e vengono usati per farci correre e cagare i cani, e a meno di 100 metri c’è comunque l’area per cani ……, mi domano, non ci sono squadre di calcio che possono gestire e utilizzare questi campi per farci giocare i bambini?

  5. paolo

    21/03/2017 a 9:00 pm

    a proposito di zona Aquilone

    il problema non sono i cani che sporcano

    ma sono i loro padroni che non raccolgono.

    il problema della zona Aquilone è che purtroppo in quel parco si spaccia e si consuma droga

    faccia un giro alla sera e vedrà in cima alla montagnola che cosa succede..

    senza parlare dei bravi ragazzi che, non vorrei in preda alla droga, rompono rami, panchine e giochi per i bambini

    questo è il vero problema della zona Aquilone non i cani

    ma persone cani

    per quanto riguarda le squadre di calcio mi sembra una buona idea non so se quei campi di calcio sono del comune o privati

    mi scusi per lo sfogo