SARONNO – Botta e risposta attorno all’ex macello di via Don Monza, occupato da inizio novembre da alcuni giovani del Comitato dei senza casa. Le buche delle lettere delle abitazioni vicine si sono negli ultimi giorni riempite di volantini, iniziando da quelli dello stesso Comitato senza casa, che ha sempre cercato il dialogo con il vicinato e nei quali si spiegano le motivazioni del gesto e si contesta la richiesta del sindaco Luciano Porro di lasciare al più presto lo stabile, che è di proprietà comunale.

Ma fra la corrispondenza i residenti nel quartiere si sono anche trovati un altro, durissimo comunicato, a firma del sedicente gruppo “Partecipazione attiva cittadini zona Saronno in difesa della libertà” che dà dei “mafiosi” agli occupati e chiede a sindaco ed autorità di intervenire subito per lo sgombero. Per loro gli occupanti sono solo dei “tiranni” e l’occupazione dell’ex macello è solo un “furto”.