rienzo azziSARONNO – “I gravi disservizi subiti da migliaia di pendolari lombardi, utenti di Trenord, impongono precise e documentate risposte sui problemi tecnici che hanno determinato i disagi. E’ bene che l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità, Andrea Gilardoni, cui ho scritto una lettera al riguardo, informi nel dettaglio tutti gli 80 consiglieri regionali della vicenda in modo che ognuno possa poi spiegare ai cittadini cosa sia successo e cosa verrà fatto per evitare il ripetersi di disfunzioni che hanno avuto pesanti ricadute sul territorio”: lo afferma il saronnese Rienzo Azzi, consigliere del Pdl per la Regione Lombardia,presidente della commissione Territorio.

“In una seconda lettera – spiega Azzi  – ho risposto ai consiglieri del Pd, membri della commissione che presiedo, che non è possibile, come loro auspicavano, convocare una seduta ad hoc. Come ha precisato la nota del presidente del Consiglio del 14 novembre scorso, infatti, ci troviamo in un periodo di depotenziamento susseguente allo scioglimento del consiglio regionale. Ci sono pertanto motivi squisitamente giuridici e creare un precedente inedito sarebbe poco opportuno e potrebbe prestarsi a facili strumentalizzazioni, vista la vicenda che ha coinvolto l’amministratore delegato di Trenord, Giuseppe Biesuz. Con questo ribadisco però che dobbiamo fare piena chiarezza sull’accaduto. E invito pertanto l’assessore di competenza a dare conto a tutti i consiglieri, non solo a quelli della commissione da me presieduta, di quanto successo e come intenderà muoversi. Questo nell’interesse dei cittadini che si muovono sul territorio spostandosi da varie zone, dal Varesotto, dalla Brianza. E che hanno il sacrosanto diritto a un servizio all’altezza”.