targa la tua bici fiabSARONNO – Nuova iniziativa Fiab per aiutare i saronnesi a lottare contro la piaga dei furti di bicicletta: sabato l’associazione sarà in piazza Libertà per “targare” le due ruote.

Ecco la presentazione dell’evento: “Come molti avranno provato sulla propria pelle, i furti di bici sono sempre più diffusi in tutta Italia e Saronno non fa eccezione. Uno dei principali problemi nella lotta contro questa vera piaga per i ciclisti, urbani e sportivi, deriva dall’impossibilità di risalire con certezza al proprietario, al punto che oggi, secondo la legge, la bicicletta è “di chi ne è in possesso”, stato di cose che genera situazioni talvolta paradossali che impediscono di punire adeguatamente i ladri. L’unica soluzione che permette d’identificare con certezza il proprietario è la targa della bici. FIAB Ciclocittà Saronno, grazie al supporto dell’Amministrazione saronnese e a quella delle forze dell’ordine, invita tutti i ciclisti cittadini ad aderire quindi all’iniziativa “Targa la tua bici”, che si terrà sabato 11 ottobre in piazza Libertà a Saronno per tutta la giornata.

In questa occasione, sarà possibile acquistare il libretto con la targa, da applicare sul proprio mezzo, per iscrivere la bici al “Registro Italiano Bici”, albo pubblico online con profilo riservato, riconosciuto dalle forze dell’ordine che lo consultano in caso di accertamenti. In questo modo, per esempio, è possibile contattare il proprietario di una bici ritrovata, oppure effettuare dei controlli su individui sospetti. La targa è associata al numero di telaio, per cui anche la sua eventuale rimozione non mette a rischio la possibilità di riconoscimento del mezzo.

L’operazione “Targa la tua bici” fa seguito all’iniziativa dell’Albo delle Bici Saronnesi portata avanti da FIAB con il logo “Stop ai furti di bici”, che ha avuto anche un ritorno nella stampa nazionale, e vuole dare a tutti i ciclisti la possibilità di avere un ulteriore strumento di difesa dai furti, ricordando che il primo e più importante livello di prevenzione consiste comunque nel legare bene il proprio mezzo con una catena di ottima qualità. Solo per l’11 ottobre, le targhe verranno vendute ai primi 100 aderenti al prezzo speciale di 6 euro, mentre successivamente saranno comunque disponibili al prezzo di 10 euro nella sede FIAB di via Solferino 7a a Saronno, presso Rabici.

Fiab Ciclocittà Saronno ringrazia l’Amministrazione comunale e le forze dell’ordine per il sostegno dato all’iniziativa, che senza questo supporto sarebbe inutile, nella speranza che possa essere da sprone per non abbassare la guardia di fronte a un problema che viene considerato molto piccolo ma di cui sono vittima sempre più spesso tutti i saronnesi.

12 Commenti

  1. ……poi ovviamente sarà obbligatorio patente, libretto di circolazione, assicurazione, tassa di proprietà e …revisione per tutti questi “veicoli” …FINALMENTE pagheranno anche loro!!!! come tutti gli altri veicoli che circolano sulla strada.
    OTTIMA iniziativa, si incomincia ad identificarli con la targa, poi si passa alla cassa a pagare: …VERO?!
    OTTIMA iniziativa, davvero OTTIMA, poi se te lo rubano, vabbeh!, ci pensa l’assicurazione…..
    OTTIMA e costruttiva iniziativa, estendiamola a tutta Italia, e magari se non ci avete ancora pensato, punzonate il numero di telaio, …non si sa mai che poi vi rubino anche la targa.
    OTTIMA iniziativa, …..ma mi vien il dubbio che sia INUTILE, se …….poi ovviamente non sarà obbligatorio patente, libretto di circolazione, assicurazione, tassa di proprietà e …revisione per tutti questi “veicoli” come vengono definiti dal codice della strada!
    A quando questa equiparazione fiscale e burocratica con gli altri veicoli?!
    Rivendicare diritti = eguali doveri!!!! Rispettare il codice della strada, quello no, per voi è un optional… così vi va se vi pare!
    OTTIMA iniziativa …o forse no? ….solo pubblicità!

    • Di solito non rispondo agli anonimi, perché scrivendo restano anonimi fa sì che spesso, come in questo caso, si commenti con sarcasmo e arroganza in merito a qualcosa di cui non si sa nulla. Faccio eccezione perché il tema mi sta a cuore.

      Invece che pensare in maniera monocorde e cieca alla questione della tassazione (che non esiste se non nella mente di chi perde tempo a pensarci), serve pensare al valore della targa per poter riconoscere la proprietà del mezzo.

      Per esempio, lo sai che tutte le Forze dell’Ordine cittadine finiscono per liberarsi delle bici che in qualche modo ritrovano perché non sanno a chi darle? Credo di no. Invece, a Brescia, dove il sistema è attivo e sostenuto dalle FdO, viene restituito ai legittimi proprietari il 35% delle biciclette. 35 su 100. Di solito è il 2.

      La targa viene fornita con un libretto personale che ha validità legale per certificare la proprietà.

      Questo è un servizio UTILE che ovviamente non impedisce i furti, ma che è l’unica soluzione LEGALE per stabilire la proprietà.

      Pensare che sia pubblicità (ma poi di che cosa? Ma che razza di ragionamenti sono?) è persino imbarazzante.

      In ogni caso, noi siamo in piazza sabato dalle 9.30 e chiunque voglia venire a targare la bici o anche solo a chiedere informazioni è il benvenutissimo.

      Alessandro Galli – FIAB Ciclocittà Saronno

  2. Dopodiché? Una volta che la mia bici dovesse venire targata? Insomma, se il ladro toglie la targhetta? Forse verrebbe fermato in quanto “senza targa”? Ah, già ma se fosse un “tipo sospetto”…

    • Se il ladro toglie la targa resta la scritta VOID impressa sul telaio e può essere rimossa solo con solventi o riverniciando la bici. Insomma, una rottura di scatole in più.

      Inoltre, la bici è registrata con il numero di telaio, per cui in caso di ritrovamento basta rifarsi a quello per accertare la proprietà.

      Il controllo della proprietà del mezzo, ovviamente, è possibile solo in caso di bici targata. Se invece un membro delle FdO vede la scritta VOID sulla bici è chiaro che si tratti di una targa rimossa che necessita un accertamento (come per un’auto priva di targa).

      Alessandro Galli – FIAB Ciclocittà Saronno

      • basta coprire la scritta VOID con un adesivo, del nastro isolante, una decorazione o qualsiasi altra cosa ….

      • diciamo che se c’è qualcosa di “monocorde” sono i tuoi post, se fosse per te la città sarebbe una pista ciclabile unica perchè tu sei un appassionato sostenitore delle due ruote …. forse dovresti capire che esistono necessità di mobilità diverse e che la gente che usa un’auto non è un “barbaro” (come è stato spesso definito su questo sito) ma in primo luogo un cittadino che paga una marea di tasse !

  3. Ragazzi se accettate un consiglio, comprate un lucchetto bello grosso e legate sempre la bici ad un sostegno solido. La targa non serve assolutamente a niente !

Comments are closed.