CARONNO PERTUSELLA – E’ scattata stamattina poco dopo le 9,30 l’annuale esercitazione organizzata dall’Amministrazione comunale cittadina con la protezione civile. Quest’anno, per mettere alla prova il piano di emergenza comunale, si è deciso di simulare un incendio in un reparto della Benasedo, azienda che produce resine di via Asiago.

Una situazione che la città di Caronno Pertusella si è trovata a gestire di recente e precisamente lo scorso 22 giugno quando si è effettivamente verificato un incendio nello stabilimento chimico all’esterma periferia cittadina. Un anno prima invece si era verificato uno scoppio in un altro reparto. Fortunatamente entrambi gli incidenti non hanno avuto conseguenze per il personale.

“Le procedure interne sono state seguite alla lettera – ha commento al termine dell’esercitazione il responsabile della sicurezza dell’azienda – abbiamo simulato l’incendio nel reparto A. E’ scattata prima l’emergenza nel singolo comparto e poi l’evacuazione dell’intera azienda”. Qualche criticità in più da parte delle istituzioni che per testare l’unità di crisi hanno simulato l’arrivo dei pompieri, delle ambulanze in un scenario complesso che comprendeva 4 feriti e l’attivazione del nucleo comunale di protezione civile.

Il sindaco Loris Bonfanti è rimasto in Municipio con il comandante della polizia locale Riccardo Piacentini mentre a gestire la simulazione sul posto è rimasto l’ufficiale Domenico Laddaga che ha svolto il ruolo di collegamento tra l’azienda e le istituzioni. Per rendere realistica la simulazione è stata anche chiusa al traffico via Asiago ed è stato allestito un punto di ricovero “sfollati” al palazzetto dello sport

27112014

1 commento

  1. Ben vengano le esercitazioni, servono (o dovrebbero servire) sempre per migliorare, peccato che la realtà sia un po’ diversa, vedasi l’incendio del 22 giugno che era domenica e sindaco, polizia locale e la protezione civile non sono stati così solerti a differenza dei vigili del fuoco di saronno e limitrofi….

Comments are closed.