ORIGGIO – Ci sono voluti 10 anni ma sabato mattina è stata inaugurata la rinata Villa Borletti lo storico edificio nobiliare riqualificato dall’Amministrazione comunale che l’ha messa a disposizione del paese.

L’obiettivo è quello di creare una realtà dinamica e vitale come ha rimarcato l’attuale primo cittadino Luca Panzeri: “Questa villa non dovrà essere solo una casa ben tenuta ma un centro propulsivo di attività culturali e sociali che coinvolgano la popolazione, le scuole e le associazioni”.

Villa Borletti, dove saranno anche celebrati matrimoni, sarà gestita dall’associazione Hesperia. “E’ un grande traguardo – ha dichiarato il presidente Umberto Bartoletti – siamo riusciti ad allestire mostre permanenti con la collaborazione non solo degli adulti ma anche dei ragazzi”.

Al momento villa Borletti rappresenta un connubio tra passato e presente: c’è la sala delle arti e dei mestieri allestita con cimeli storici messi a disposizione dagli origgesi e su concessione del parroco don Pierangelo Belloni a piano terra si possono ammirare nelle teche due pianete del 1600 e un piviale della prima metà dell’Ottocento, paramenti liturgici molto belli e antichi. Al primo piano sono state allestite mostre di pittura e scultura, che saranno rinnovate almeno due volte l’anno.

All’inaugurazione che si è tenuta sabato mattina non è mancata l’emozione ed i ricordi a partire da quelli del vice sindaco Evasio Regnicoli: “Da bambino venivo a giocare in questa villa che chiamavamo la “casa degli spiriti”. All’epoca sembrava un sogno impossibile recuperarla e metterla a disposizione degli origgesi, ma ci siamo riusciti grazie a un grande lavoro di sinergia”.

23032015

1 commento

Comments are closed.