SARONNO – Incendio sul tetto del Municipio, la replica della sezione cittadina della Lega Nord:“Non ci fanno paura, forza sindaco Alessandro Fagioli. Avanti così!”

Delinquenti, criminali, terroristi: incapaci di dialogare con le istituzioni, sono solo capaci di distruggere e danneggiare il prossimo. L’atto terroristico è stato organizzato minuziosamente e realizzato con grande spregiudicatezza, con la certezza di un’impunità che potrebbe finire presto.
I tre vili anonimi immortalati dalle telecamere di videosorveglianza sono certi di aver portato a compimento la missione. Si sbagliano di grosso!
Certo i danni provocati sono molti, ma non gravi ed irreparabili; di questo dobbiamo ringraziare gli attenti cittadini saronnesi che con le loro segnalazioni hanno consentito il pronto intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. Per fortuna non ci sono stati feriti; i danni si riparano, le auto si ricomprano. A quale prezzo?

C’è un danno economico, primo aspetto critico per chi deve gestire un equilibrio di bilancio delicato a causa dei mancati trasferimenti da Roma.
C’è un danno per tutti i saronnesi che dovranno rinunciare a qualcosa in termini di servizi e opere, visto che le tasse non si possono aumentare per decisione superiore, e le sei auto vanno riacquistate ed il tetto riparato.
C’è un danno per i dipendenti del Comune che, appiedati, non potranno svolgere le proprie mansioni che quotidianamente queste sei vetture distrutte potevano garantire. C’è un danno per i saronnesi che grazie a quelle sei auto ricevevano preziosi servizi, anche di carattere sociale.
Ieri mattina il Municipio ha regolarmente aperto e svolto i servizi di sportello, tutti gli uffici sono stati normalmente operativi: un grazie a tutti coloro i quali si sono dedicati nella notte al ripristino e messa in sicurezza dello stabile. Un grazie al sindaco che in prima persona ha seguito tutte le operazioni.

Non conosciamo il movente, non sappiamo chi sia il colpevole. Per ora.
Probabilmente l’operato del sindaco, le sue scelte e le sue decisioni iniziano ad essere efficaci e infastidiscono qualcuno. Di una cosa siamo certi: la Lega Nord continuerà a sostenere e guidare questa amministrazione, per il bene dei saronnesi e per portare a compimento il programma amministrativo del sindaco Fagioli. Attendiamo fiduciosi l’individuazione dei colpevoli da parte degli investigatori e le conseguenti condanne che la giustizia prevede in tali circostanze. L’impegno di questa amministrazione per portare la città alla normalità e garantire la sicurezza è massimo e costante: invitiamo le autorità competenti a non sottovalutare questa escalation di avvenimenti contro la sede municipale e contro le istituzioni.

Claudio Sala
Segretario cittadino Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania

15092017

8 Commenti

  1. Una volta beccati devono pagare i danni all’edificio e ricomprare le sei automobili.

  2. Probabilmente l’operato del sindaco, le sue scelte e le sue decisioni iniziano ad essere efficaci e infastidiscono qualcuno (cit. Sala)

    Infatti….o appunto. Ma prima di scrivere pensare no?? efficaci?? il fatto stesso dimostra aopunto la vostra inefficacia (e inefficienza)

    • eh certo, perché uno incendia 6 auto perché il sindaco non opera scelte efficaci?

      • ti chiarisco meglio il concetto: la sbandierata sicurezza è un flop colossale, non si era mai visto prima questo degrado, e tantomeno atti vandalici che le FdO in particolare la Polizia Locale non riesce a prevenire, addirittura ridicolizzati perché hanno dato fuoco alle automobili parcheggiate proprio sopra la loro sede…ma forse come al solito dormivano

  3. Atto vandalico esecrabile da condannare senza se e senza ma.
    Però basta con sta solfa dei mancati trasferimenti da Roma, eh… i soldi per l’area feste e lo staff del sindaco ci sono stati…

    • Forse ha difficoltà nella lettura e comprensione del testo.
      Se ci fossero le giuste risorse, un danno del genere non sarebbe economicamente insostenibile. Come invece è grazie a Roma ed a chi come Jessica è felice che lo Stato non restituisca a Saronno parte delle tasse dei saronnesi da spendere in servizi e infrastrutture.

Comments are closed.