GERENZANO / SARONNO – Trasloco del campo nomadi di Saronno: il progetto dell’Amministrazione comunale saronnese di spostarlo fra le villette della periferia di Gerenzano non fa solo arrabbiare i residenti nella zona ma pure il Comune gerenzanese che era all’oscuro di tutto. A fare il punto il vicesindaco Pierangelo Borghi, dopo essersi incontrato con gli abitanti nel quartiere: “Abbiamo appreso della scelta del Comune di Saronno di organizzare un’area da destinare a campo nomadi al confine solo dalla stampa. Abbiamo avuto modo di leggere che l’assessore competente di Saronno, la gerenzanese Pierangela Vanzulli, ha dichiarato in consiglio comunale che tale scelta non necessitava di alcuna condivisione con i comuni limitrofi. Ebbene, forse è vero sotto il profilo della procedura tecnico-amministrativa, ma non possiamo contestare tale affermazione ma sotto il profilo di opportunità e, soprattutto, politico. Non concordiamo assolutamente con quanto messo in atto dal vicino Comune di Saronno”.

Prosegue il vicesindaco di Gerenzano: “Ci sono grandi criticità rappresentante dalla scelta dell’area; criticità che sono talmente tante che non comprendiamo come tale scelta possa essere stata fatta senza sentire il dovere del confronto, dell’informazione e della condivisione con il Comune confinante e con i cittadini interessati. Solo pochi mesi fa Pierangela Vanzulli, candidata alle elezioni regionali, era nella centrale piazza di Gerenzano a chiedere fiducia ai cittadini sostenendo di rappresentare gli interessi del saronnese d in particolare chiedendo fiducia ai gerenzanesi vantando di aver sempre lavorato per loro! La lega del territorio ha sempre battagliato per la sicurezza dei cittadini ma concretamente ci sembra che riesca a fare solo il peggio anche su questo tema”.

Sul no di Gerenzano al progetto saronnese, “ci sono tante ragioni perché l’area individuata sia la meno idonea a tale destinazione e noi ci impegniamo a renderle evidenti a tutti affinché il Comune di Saronno possa ritornare sui propri passi e scegliere, tra le tante aree a disposizione, una soluzione alternativa. Non si può mancare così tanto di rispetto ai cittadini! A loro Vanzulli deve chiedere scusa!” conclude Borghi, della lista di maggioranza locale, Insieme e libertà per Gerenzano.

(foto: l’area scelta dal Comune di Saronno per il nuovo campo si trova accanto alle villette di via Battisti a Gerenzano)

27042018

27 Commenti

  1. Tutti NIMBY e razzisti nei confronti di cittadini saronnesi. Non si parla di nomadi, o rom o clandestini!

    • si parla di rom saronneso. L’etnia é quella. Solo loro vogliono vivere in roulottes e non in appartamenti.

    • Si parla di Sinti Saronnesi che hanno anche proprietà private (terreni? appartamenti?), parole dette in Consiglio Comunale, in altre località che quindi potrebbero arrangiarsi.
      Agli Italiani che hanno una casetta del Nonno al paesello non viene dato nulla dai servizi sociali, altro che allestire un campeggio per quattro famiglie.

  2. Concordo pienamente con le parole del vicesindaco di Gerenzano! Una scelta vergognosa! Noi cittadini saronnesi siamo indignati da una giunta comunale così incompetente! Spero che abbiano almeno la decenza di ritornare sui propri passi!

    • ne dubito…se non si son resi conto che mettere un campo rom vicino a villette, una scuola ed un asilo, con una viabilitá penosa vuol dire che non ci arrivano proprio.

      • Viabilità penosa. Cosa cambierà con arrivo di 4 famiglie? Altre 4 auto in più, terribile!!!

        • INFORMATI 4 famiglie= 20/24 persone di cui 8 bambini in 4 roulotte; sono ancora 4 macchine? Prima di parlare informati

  3. Tornare indietro: perchè? Saronno dispone del proprio territorio come meglio crede, ció che ha fatto fin qui Gerenzano nell”andare ad insediare innumerevoli attivitá commrrciali di forte impatto viabilistico sulla varesina incamerando centinaia di migliaia di euro per oneri senza chiedere o informare nrssuno di Saronno Quindi se Saronno ha necessitá di spostare il campo nomadi altrove per migliorare insediamenti produttivi sul proprio territorio ….lo fa e basta.
    Saluti

  4. Parliamo della stessa Amministrazione Comunale di Gerenzano che continua a rilasciare licenze edilizie a centri commerciali o supermercati sulla già intasata Ex SS Varesina al confine con Saronno?
    Ecco, un bel esamino di coscienza prima di parlare di “criticità dell’area”..

  5. leghista dall’inizio, avevo votato Fagioli, ero felice della vittoria. Sono disgustato. Fagioli non è leghista.

  6. Premesso che il comune di Gerenzano ha ragione nel caso specifico e questa doveva essere una scelta condivisa, lo stesso comune di Gerenzano é quello che apre i centri commerciali a mezzo km dal centro storico di Saronno, ci intasa di traffico, fa chiudere i nostri negozi e incassa gli oneri di urbanizzazione senza condividere tali scelte con Saronno.
    Idem vale per Uboldo dove Guzzetti addirittura prende i soldi da pedemontana per la minicava e a saronno ci becchiamo il traffico e le strade devastate dal passaggio di enormi camion, anche qui senza condividere la decisione con Saronno.
    La soluzione é unificare i comuni di Saronno, Uboldo, Gerenzano e Origgio come era fino agli anni ’50: solo così si può gestire il territorio in maniera seria ed erogare servizi più efficienti.

  7. Spiace sempre leggere commenti di gente poco informata ma abile con la tastiera. Mc donald e LD sono stati interventi condivisi con il comune di saronno. Se leggete la convenzione con la proprietà sono stati riservato 1500 mq. di commerciale da trasferire su una proprietà proprio in Saronno e sono state sottoscritte ben due convenzioni per fognatura e viabilità con lo stesso comune di Saronno. Semmai, quando la Lega Gerenzanese (Vanzulli Pierangelo vice sindaco di Gerenzano) ha approvato il piano nel suo complesso ha ritenuto di non doverlo condividere con Saronno (allora amministrazione Porro). Come vedete le vicende si ripetono, ma per cortesia, scrivete solo se siete veramente informati. Grazie. Il Vice Sindaco di Gerenzano

    • Lo ha ben spiegato lei, siete stati obbligati a condividere l’intervento con Saronno nel caso dell’LD proprio perché c’era la necessità di agganciare il supermercato alla rete fognaria di Saronno, solo per necessità, non per pianificazione del territorio.

    • Caro Vice Sindaco, stiamo parlando del Tigros, non di Lidl e McD…ovvero un’altra struttura di vendita “in zona periferica” come il suo assessore spiega in altra pagina su questo sito: ovvero terreno agricolo vergine che graviterà ancora sul comparto Ex SS Varesina zona Bossi, vicino a Saronno, vicino ad altri punti vendita analoghi (per dimensione e tipologia appunto Lidl), che produrrà altro traffico (dato che sarà raggiungibile solo in auto) e via dicendo..
      Quindi insisto, prima di alzare la voce contro i vicini ci si guardi allo specchio. Ed è inutile che sempre l’assessore decanti i vantaggi (economici e urbanistici) derivanti dall’operazione Tigros quando poi svantaggi ricadono poi su un comparto extracomunale.

      • Anche in questo caso sarebbe bene conoscere gli argomenti: Per la fognatura LD occorre sapere che il piano di lottizzazione approvato dalla giunta leghista gerenzanese dichiarava presente un tronco di fognatura mai esistito. Le opzioni erano due: i realizzare il nuovo tratto o condividere la fognatura distante a confine con Saronno è così è stato fatto. Sappiate anche che con una variante del piano di lottizzazione, approvato dalla nostra amministrazione, abbiamo ridotto da 9000 a 3000 mq l’edificazione sul lotto dove ora c’e LD e McDonald’s. Anche per Tigros occorre sapere che la procedura per la sua realizzazione è iniziata con l’amministrazione Garbelli mediante l’utilizzo dello sportello unico. Successivamente bloccata a seguito di un nostro intervento per il quale pende ancora al Tar aperto un ricorso. Solo successivamente e con variante al PGT è stato definito il contenuto di un accordo che abbiamo approvato in questi giorni. Giusto per sapere come stanno le cose.

  8. che fine ha tatto il mio commento? Non ho offeso nessuno, ne scritto notizie false.
    Prego di darmi delle risposte.

  9. Sig.ra Sara Giudici mi può dare una spiegazione nel mio indirizzo e-mail che Lei ha. Grazie

Comments are closed.