Home Cronaca 100%animalisti blitz a Saronno e Turate contro chi non raccoglie le deiezioni...

100%animalisti blitz a Saronno e Turate contro chi non raccoglie le deiezioni canine

1265
12

SARONO – TURATE Nella notte tra martedì 12 e  mercoledì 13 marzo gli attivisti di 100%animalisti hanno affisso volantini in diverse zone di Saronno  e Turate per “responsabilizzare alcuni incivili”. Una sorta di campagna di affissioni con l’ironica immagine di un cane che raccoglie le proprie deiezioni per ricordare ai proprietari che è un loro compito farlo.

“L’azione – spiegano i volontari – è stata fatta dopo aver ricevuto diverse segnalazioni al nostro indirizzo mail da parte di cittadini stufi di essere guardati male ogni volta che portano a passeggio il loro cane.
Succede a Saronno e Turate, come un po’ dappertutto. Alcuni conduttori di cani non raccolgono le deiezioni dei loro animali. E’ vero che la maggior parte dei rifiuti abbandonati nei luoghi pubblici non sono riconducibili ai cani: carte, plastica, lattine, bottiglie, cicche, preservativi e persino siringhe. Ma raccogliere le feci del proprio cane è un gesto doveroso di civiltà, ed anche di amore verso i pelosi: molta gente prende come pretesto le cacche per esprimere ostilità verso gli animali. Che, ovviamente, non hanno nessuna colpa: loro espletano un bisogno fisiologico nel modo per loro naturale”
E concludono: “E’ chi li conduce che deve provvedere a pulire: un gesto che non costa nulla, ma indica rispetto per l’ambiente, gli umani e gli animali. Ben vengano dunque sanzioni per chi abbandona questi, e qualsiasi altro tipo di rifiuti”.

13032019

12 Commenti

  1. ottimo!! questa volta mi trovo perfettamente d’accordo.
    per i manifesti, restino pure dove stanno che non fa male ribadire il concetto hehehe

  2. Sono proprietaria di un cane e mi sento offesa ed indignata da questa iniziativa perchè “civilmente” raccolgo sempre le deiezioni: non c’era proprio bisogno che questi signori 100×100 mi ricordassero di farlo con dei volantini affissi credo anche abusivamente. Questi signori dovrebbero impegnarsi di più nell’andare a sensibilizzare chi butta di tutto per terra, dalle cicce di sigarette, alle cartacce alle bottiglie di vetro o chi ancora non ha compreso che a Saronno è da decenni che c’è l’obbligo di fare la “differenziata” mentre a loro risulta più semplice prendere il sacchetto di rifiuti domestici e buttarlo nei cestini pubblici come da prassi in altri Paesi del mondo.
    Maria Concetta F.

    • Magari legga l’articolo, così evita di scrivere per niente. L’iniziativa è stata fatta apposta per tutelare le persone con lei.

    • Ha perfettamente ragione!
      È vergognoso solo il pensiero di abbandonare l’immondizia!

    • Come già hanno segnalato, l’idea è esattamente quella di richiamare l’attenzione a chi non vuole prendersi le responsabilità che derivano dall’adottare un cane. Purtroppo nessuno premia chi lo fa e nessuno punisce chi no.
      Vicino casa il marciapiede è impraticabile causa mine puzzolenti. Le forze dell’ordine ammettono di conoscere i responsabili, ma non agiscono per paura.
      Da una parte mi sembra positivo vedere che alcuni cittadini stiano dedicando energie e tempo per fare ciò che lo Stato non riesce a fare (libertà è partecipazione, diceva Gaber). Mi dispiace che non lo facciano tutti, ed è ovviamente scandalosa l’inadeguatezza delle autorità.
      Tutto ciò non impedisce ad ognuno di noi di richiamare l’attenzione a chi butta le cicche o oggetti vari per terra.

  3. Ben vengano iniziative educative con la consapevolezza che non siano mirate solo alla convivenza tra il genere animale e quello umano. L’educazione e il rispetto per tutto ciò che ci circonda deve essere intrinseco nel proprio DNA ed è superfluo rimarcarlo e ricordarlo a tutti gli insolenti e strafottenti che popolando la nostra Comunità li ignorano. Le azioni coercitive in essere vanno applicate senza sconti e pregiudizi dagli organi preposti.

  4. Far pagare la TARI anche agli amici a 4 zampe no? Poi ci sono gli insacchettatori che la raccolgono e buttano il sacchetto col contenuto, ovunque se ne possono vedere in giro per la città. Sarebbe utopia fare l’anagrafe del DNA canino, come in certi comuni.

  5. Concordo con la sig. ra Maria Concetta!!! Occorre sensibilizzare di più coloro che lasciano tutto in terra senza preoccuparsi della sporcizia di ogni tipo. Mettere manifesti anche di questo tipo non sarebbe male

Comments are closed.