BUSTO ARSIZIO VARESE UDIENZA PRELIMINARE PROCESSO CAZZANIGA TARONI ANGELI E DEMONI MORTI SOSPETTE OSPEDALE DI SARONNO NELLA FOTO LEONARDO CAZZANIGA IN AULA

SARONNO – Leonardo Cazzaniga, dopo avere respinto tutte le accuse riguardo alle morti in corsia al pronto soccorso dell’ospedale di Saronno dov’era il medico “veterano”, ha definito una “clamorosa menzogna” il suo presunto coinvolgimento nella morte della mamma dell’amante Laura Taroni, a sua volta infermiera in ospedale. Lo ha detto ieri al processo che si sta svolgendo al tribunale di Busto Arsizio.

Cazzaniga, che ha detto di non amare più Laura Taroni, ed ipotizzato che la donna abbia cercato durante il suo precedente processo di scaricare su di lui il peso dei decessi dei famigliari. Cazzaniga deve rispondere di dodici morti sospette avvenute in pronto soccorso e di altre tre fra i famigliari della Taroni. Era stato arrestato dai carabinieri nell’ambito dell’operazione “Angeli e demoni” che era stata messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Saronno dopo lunghe e delicate indagini.

(foto archivio: Leonardo Cazzaniga a processo in tribunale a Busto Arsizio)

19032019