Home Politica Indelicato: “Basilicata: la sinistra italiana ultima nelle urne ma prima nella comunicazione”

Indelicato: “Basilicata: la sinistra italiana ultima nelle urne ma prima nella comunicazione”

392
9

SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota del consigliere comunale indipendente Alfonso Indelicato dal titolo “Basilicata: la sinistra italiana ultima nelle urne ma prima nella comunicazione”.

La Destra vince in Basilicata allungando la lista delle regioni strappate alla Sinistra. Berlusconi gongola, Salvini e Meloni sorridono. Ma ne hanno davvero motivo?

Se lo scopo della politica è l’esercizio del potere, certamente si. Se invece è il cambiamento della società in base alle proprie ricette, alla pietanza manca qualche ingrediente.

La Sinistra, in difficoltà per quanto sia, mantiene una capacità di gestire i media, ivi compreso il mondo della cultura, che la Destra si sogna, anche adesso che con Zigaretti il Pd è tornato al Giurassico. I limiti della Destra nel settore sono ben noti: incapacità di relazionarsi con la scuola e l’università, di valorizzare i propri intellettuali, di avere una propria stampa e una propria editoria. O meglio l’editoria ce l’ha, ma non pubblica Veneziani, pubblica Saviano. E così le parole che scottano le labbra degli uomini e delle donne di Destra sono le stesse pronunciate dalla Sinistra, con il sapore politicamente corretto tipico di questo primo ventennio di secolo: solo che dette dalla Sinistra il sapore è più genuino, non sa di additivo. Cosa avrebbe detto il povero Pino Rauti se avesse potuto ascoltare sua figlia Isabella parlare in televisione di “femminicidio”? Le parole creano un clima, foggiano un orientamento, plasmano le menti.

Spettacolosa, come sempre, la capacità di approfittare del fatto di cronaca per fabbricare una narrazione propizia. Metti un immigrato africano, poi italiano all’anagrafe, che cerca di bruciare vivi cinquanta bambini e ne viene impedito all’ultimo dai carabinieri. Rischioso vero? Dove finisce la favola bella della società meticcia? E allora ecco che si trova nel ragazzino arabo l’eroe salvatore, e si mobilita il circo dei giornaloni e delle tv, e gli si mette in bocca la perorazione dello ius soli. E la frittata è voltata, e quella che poteva essere una catastrofe è diventato uno spot.

Chapeau, amici della Sinistra: il popolo non vi vota più, ma voi sapete bene che la politica non è solo commercio di poltrone, ma anche libri e giornali, premi letterari e cinema. Forse un giorno riconquisterete la Basilicata. E magari la Liguria. E il ragazzino eroe che voleva fare il carabiniere sarà diventato imam.

25032019

9 Commenti

  1. “limiti della Destra nel settore sono ben noti: incapacità di relazionarsi con la scuola e l’università, di valorizzare i propri intellettuali, di avere una propria stampa e …”

    In parte la seguo in parte no. Scuola e Universit’round ok
    Propria stampa? Direi che ci sono pareci giornali, da Il Giornale a … La verit’round.
    Poi ci sarebbero una miriade di siti, alcuni direi imbarazzanti (da delirio)…qualcuno leggibile.
    Forse troppo estremi?
    Per gli intellettuali, ha ragione non sono valorizati, ma alcuni si auto valorizzano da soli e molto apprezzabili. Esempio Buttafuoco. Io considero tale anche Crosetto anche se ufficialmente e ‘ politico (ora ex).

    Per il Bus sinceramente concordo poco.
    L’ uomo e un orrendo delinquente, non ha uno 0,0001% di scusante.
    Il ragazzino ( sono almeno 2 a essersi dati particolarmente da fare ), perche’ la mette sul meticciato? Nati in Italia, giocano con i lora amici italiani e non, vanno a scuola, parlano arabo italiano e dialetto, si sono ingegnati x occultare cellulari. Hanno finto di parlare con le madri , attivato i soccorsi.. na pacca sulla spalla non la meritano?
    Che male c’e’ ad evidenziare il loro gesto? Ho visto un sacco di gente che per le scelte fatte o per come hanno reagito alle difficolt’round sono state portate a esempio. Bortuzzo Il nuotatore rimasto paralizzato a Roma.
    Non ci sono solo i mostri

    • Caro EM, quanto agli intellettuali, ammetterà che c’è un ’bout poco considerato che la Destra ha avuto Croce, Gentile, Bottai, D’Annunzio, Papini, Prezzolini, le riviste fiorentine quasi al completo … mi fermo qui perchè non basterebbe una pagina intera. Quanto all'”eroico bambino” (rubo a un film con Alberto Sordi) lo sfruttamento politico c’è stato ed è ancora in corso. Ma io non lo stigmatizzavo, dicevo solo che la Sinistra è bravissima a sfruttare mediaticamente gli eventi, a volte a costruirli quando non ci sono. Infine Il Giornale e La Verità (ottimo quest’ultimo, a mio avviso) sono ben poca cosa rispetto al Corriere e Repubblica, veri galeoni della flotta. La saluto cordialmente

      • Dai tutta la stampa e Tv. di Berlusconi non li definirei ostili alla dx.
        Non mi sembra poca cosa. Le tv di Stato, come a ogni cambio di governo, ricevono nuovi direttori… anche qui non credo ci sia ostilit’round… anzi.

        Per il ragazzinino ripeto e’ uno dei tanti casi di persone che fanno cose buone e gli si da risalto. Al mondo non c”e” solo paura e malvagita”…

        La notizia ha avuto risalto su tutte le reti tv. Non era a senso unico.
        Oggi pure Salvini ha dichiarato che va bene concederli la cittadinanza.
        O non e” una cosa cosi scadalosa dire che Rami e” un bravo ragazzo, che ha fatto pure qualche cosa di buono, o mi ha preso la tessara del PD Salvini.
        Delle due l”una.. 😂

  2. “Timeo danaos et dona ferentes”
    quindi non faccio lusingare
    se uno perde, oggi mica può dire che ha vinto; forse può sperare di vincere domani.

    “cosè la destra cosè la sinistra” il Grande Gaber ( 80 anni nel 2019) avrebbe accompagnato la mia risposta con la sua inconfondibile verve …
    in fondo oggi mica è facile distinguere se parliamo di politici, se invece parliamo di persone magari si
    …………
    Però vede signor Indelicato forse non è solo la comunicazione che manca a questa “pseudodestra” sono i contenuti, se si parla alla gente solo per essere votati inevitabilmente non si costruisce un percorso comunicativo ma solo un monologo “speculativo”.
    Purtroppo i tempi non sono più quelli di una volta altrimenti certi personaggi in piazza sarebbero durati pochi minuti…………

    Mi faccio un augurio perchè è nei momenti difficili che si vede di cosa si è capaci…

    • …e i momenti difficili devono ancora venire, E lì la destra soprattutto quella moderna (anzi odierna) ha sempre miseramente fallito.E prestolo rivedremo, temo…

    • Gentile Sig. Colombo, io non credo che la Destra non abbia contenuti. Se lo credessi mi dedicherei ad altro, o meglio non mi occuperei proprio di politica. Credo invece che non sappia come porli. Credo anche che alcuni di noi persone di Destra (assumento il termine in modo molto ampio) abbiano per la cultura, che di questi contenuti deve essere il veicolo, un atteggiamento di sospetto se non di rifiuto. Guardi cos’è avvenuto nel mondo della Scuola: uno dei motivi dell’ultima disfatta elettorale del PD è stato il voto prevalente degli insegnanti per i 5stelle e la Lega, voltando le spalle ai tradizionali partiti di riferimento. Ciò a causa del rifiuto della L 107, quella che Renzi chiamava “la buona scuola” e che i docenti hanno percepito giustamente come un’aggressione vera e propria nei loro confronti. Ebbene oggi la ricetta di FI è praticamente identica a quella del PD, quella di FdI non si sa quale sia e quella della Lega reca con sè il pericolo di fare a pezzi l’unità culturale della Nazione. Sento che mi sta salendo alle labbra il turpiloquio per cotanta idiozia, e perciò La saluto cordialmente. Alla prossima

  3. Nessuno pensa che è anche colpa di una certa stampa faziosa e accondiscendente che la sinistra continua a perdere ovviamente oltre al disastro compiuto nell’ultimo decennio!

  4. La cultura è saldamente in mano alla destra economica e politica.Il capitalismo ci porta al consumo sfrenato e avido, i media raccontano quello che piace a chi governa,la destra è egemone nel fasullo dibattito odierno. Per i perdenti di questo sporco gioco rimane il poco che hanno conquistato nella lotta quotidiana al potere. Ognuno crede alle sue menzogne.

Comments are closed.