TRADATE / SARONNO – Dopo gli episodi avvenuti al nosocomio di Saronno, di aggressioni verbali ed anche fisiche al personale del pronto soccorso, i carabinieri della Compagnia saronnese hanno avviato una indagine per un fatto avvenuto al pronto soccorso dell’ospedale di Tradate.

Nel fine settimana scorso, venerdì notte, al “Galmarini” di piazza Zanaboni un senza tetto è entrato in pronto soccorso impugnando un coltello: ha minacciato di compiere un gesto autolesionistico, ma alla fine è stato convinto a più miti consigli, e la vicenda si è conclusa sì con tanta agitazione ma senza conseguenze fisiche per i presenti ed il diretto interessato. Sul posto sono accorse le pattuglie dei carabinieri, i militari hanno identificato il senza tetto ed hanno raccolto le testimonianze dei presenti, ricostruendo con precisione l’accaduto. La posizione dell’uomo – del quale non sono state rivelate le generalità – è adesso al vaglio; il suo sarebbe stato un gesto dettato dalla disperazione.

(foto archivio)

27052019