SARONNO – Bagarre nei pressi della stazione ferroviaria di piazza Cadorna: venerdì sera alle 20 diversi saronnesi hanno contattato il numero unico delle emergenze per un movimentato episodio avvenuto in via Diaz.

Le segnalazioni parlano di quattro contendenti e un coltello. I carabinieri della compagnia cittadina guidata dal capitano Pietro Laghezza arrivano sul posto in pochi minuti. C’è un fuggifuggi tra gli stranieri ma i militari riescono a bloccare uno dei contendenti. E’ un 28enne originario del Marocco senza fissa dimora, irregolare e con diversi problemi con la legge alle spalle. Addosso ha due coltelli che vengono subito sequestrati. Racconta di essere stato aggredito per futili motivi da tunisini che l’avrebbero aggredito. Lamenta anche di essersi ferito alla caviglia ma il personale della Croce Rossa di Saronno inviato sul posto del 118 non trova nessuna lesione o contusione e del resto lo stesso straniero rifiuta le cure. Quando i carabinieri gli chiedono cosa sia successo dice di aver ferito un uomo alla mano ma sul posto non ci sono tracce di sangue. Non risultano feriti neanche all’ospedale cittadino o a quelli del comprensorio. Al momento, in attesa di far chiarezza sui fatti, è stato denunciato per porto abusivo d’arma bianca.

Al momento non ci sono elementi per pensare ad un collegamento con l’accoltellamento avvenuto giovedì sera in piazza De Gasperi in cui è rimasto ferito un 31enne egiziano attualmente ricoverato all’ospedale Niguarda.

13072019

3 Commenti

  1. Ecco magari al posto di sequestrare le ciliegie abusive, un presidio in certe zone forse funziona meglio. O pensate che dobbiamo pagare un piccolo esercito solo x far multe?

    • I futili motivi si chiamano “spaccio”. Le espulsioni e il Daspo urbano sono termini da vocabolario. La polizia locale è inesistente e la sera dorme sonni tranquilli. Le ciliege marce sono frutto di speculazione. Tutto il resto bla bla bla inutile.

Comments are closed.