SARONNO – E’ Andrea Rezzonico ex consigliere comunale e ex commissario cittadino di Forza Italia il nuovo protagonista di “Arena biancoceleste” lo spazio dedicato alla politica de IlSaronno in vista delle elezione amministrative del 2020.

Rezzonico, che negli ultimi anni si è limitato al ruolo di osservatore della vita politica cittadina fa il punto della situazione della campagna elettorale che stenta a partire. Bolla come un gossip la possibilità di una staffetta tra il sindaco Alessandro Fagioli e il fratello, presidente del consiglio comunale, Raffaele Fagioli ma pur rimarcando la posizione di vantaggio del Carroccio, soprattutto per il trend nazionale non risparmia qualche stoccata al primo partito cittadino. Perplessità emergono anche sulle prospettive di Forza Italia. Non manca un’analisi sulle difficoltà che sta vivendo il centrosinistra nel progetto di creare una coalizione unitaria unita da un unico candidato. Per la prima volta, all’Arena biancoceleste, si parla di Italia Viva a Saronno. Ultima domanda sulla possibilità di un rientro di Rezzonico in politica “anche alla luce delle richieste arrivate al “giovane d’esperienza”.

28112019

5 Commenti

  1. interessante che tutti fanno critiche alla “non – gestione Fagioli” ma poi non si propongano come alternativa…
    ….che sia un gossip quello della candidatura di Raffaele è abbastanza evidente perchè per qualche anno in attesa di elezioni il signor Alessandro dovrebbe trovarsi un lavoro….
    ……………..
    Forse vista la situazione di Saronno, in continuo pesante degrado, chi vuol bene alla città e ha le capacità e le competenze,al di la delle appartenenze politiche,per far partire un percorso di crescita, dovrebbe confrontarsi senza presunzione e diffidenza, definire una strategia e un progetto che con pazienza e coraggio dia un impulso alla rinascita ….

    …..
    altrimenti altri 5 anni senza luce che ci renderanno sempre più tristi, più poveri e meno disposti ad al dialogo essenziale per il governo della città.

  2. Il signor Rezzonico e il vicino di casa, Fausto Gervasoni, sono cittadini svizzeri…

Comments are closed.