BRIANZA – Ha chiuso in via definitiva oggi lunedì 20 gennaio il Distaccamento di polizia stradale di Seregno. Sul posto si sono recati stamattina anche alcuni esponenti istituzionali della Lega di Monza e Brianza: il senatore Emanuele Pellegrini, il consigliere regionale Alessandro Corbetta e il consigliere provinciale con delega alla Sicurezza, Andrea Villa. “Con grande dispiacere – dichiara il senatore Pellegrini – oggi abbiamo dovuto assistere all’alzabandiera che ha sancito la chiusura del presidio di Seregno della polizia stradale. Per mesi abbiamo lottato per mantenere un punto di riferimento per tutti i seregnesi ma l’arrivo del governo giallorosso ha vanificato gli intensi sforzi con cui si era sospesa la soppressione. Spiace inoltre vedere che alcune amministrazioni locali, invece di stringersi per massimizzare le possibilità di mantenimento si siano perse in sterili polemiche tese solo a screditare il buon operato dell’ex ministro Matteo Salvini e dell’ex sottosegretario Molteni. Noi oggi ringraziamo in ogni caso le forze di polizia e annunciamo la presentazione in Senato di tutti gli atti necessari per portare alla luce le motivazioni politiche che hanno portato alla chiusura. Lavoreremo per ridare al territorio l’attenzione alla sicurezza che merita”.

“C’è bisogno di una presenza capillare e costante delle forze dell’ordine – afferma il consigliere provinciale Andrea Villa, che prosegue – La politica del nonsenso di questo governo dimostra di essere lontana dalle esigenze dei cittadini della Brianza. Con la Lega al governo le scelte andavano nella direzione di rendere il nostro territorio sicuro e presidiato, l’esecutivo Pd-M5S decide l’esatto opposto. Ringrazio i nostri esponenti parlamentari che hanno fatto il possibile per contrastare questa scelta illogica e penalizzante per Seregno e per la provincia brianzola”. Il consigliere regionale Alessandro Corbetta aggiunge “Noi avevamo bloccato la chiusura, con l’idea di tenere aperto il presidio e in prospettiva di elevarlo a commissariato al fine di potenziare i servizi per i cittadini e sgravare di lavoro la questura di Monza. L’attuale governo invece si è dimostrato insensibile alle volontà del territorio, non opponendosi alla chiusura. Spiace perché si tratta di un’occasione mancata e di una scelta fortemente penalizzante per il territorio. Seregno e la Brianza hanno bisogno di maggiori riferimenti in termini di sicurezza e non certo di vedere smantellati i presidi esistenti. Spero che la caserma possa continuare a vivere magari come nuova sede dei Vigili del Fuoco di Seregno, ovviamente se gli spazi lo consentono”.

Alla chiusura del distaccamento di polizia stradale erano presenti stamattina anche i consiglieri comunali della Lega di Seregno, Edoardo Trezzi, Gabriella Cadorin e Elisabetta Viganò.

20012020