SARONNO – Gli anarchici tornano in piazza Rossa, com’è comunemente chiamata piazza dei Mercanti: va avanti la protesta per la decisione del Comune di trasformare i posteggi da gratuiti a pagamento. La nuova manifestazione, dopo le due dei mesi scorsi, è prevista sabato prossimo: nelle intenzioni degli organizzatori, sarà a base di musica, e si svilupperà in orario pomeridiano, dalle 15.30 in avanti.

Con il tam tam su internet, ed in particolare tramite i social network, sono state rese note le motivazioni dell’iniziativa denominata “Riprendiamoci piazza Rossa”: “Perché piazza Rossa? Nell’estate 2019 la giunta leghista di Saronno ha deciso di rendere piazza Rossa (che, tra le altre cose, è sempre stata un parcheggio libero) un parcheggio a pagamento: la pavimentazione della piazza è stata ricostruita, tutti i graffiti sono stati cancellati e sono comparse le classiche strisce blu dei parcheggi a pagamento; nient’altro che l’ennesima messa a profitto di una zona della città, che si cerca di far passare come semplice ammodernamento. Piazza Rossa è sempre stata un luogo di passaggio e d’incontro per generazioni di persone che in modo spontaneo e libero l’hanno resa viva. In questo luogo sono state, e vengono organizzate centinaia di feste e di momenti d’incontro che hanno basato la loro forza sull’idea che la piazza è uno spazio libero che ognuno vive a suo modo senza bisogno di imposizioni o controlli. Tutto questo viene rifiutato e negato dall’esplicito tentativo della giunta di cancellare le tracce della cultura cittadina che ha vissuto la piazza, rendendone formalmente illegale l’uso libero come luogo di incontro, di festa e soprattutto di libera aggregazione, socialità e cultura”.

17022020

6 Commenti

  1. Un sindaco ha tutto il diritto di mettere un parcheggio a pagamento, non lo si può contestare per questo, al limite si vota diversamente la prossima volta.
    Quello che non funziona é quando il parcheggio é gratis per tutti i residenti a Saronno invece che solo per chi abita nel quartiere: state sicuri che il TAR tra un po’ verrà a dare una nuova ‘tiratina’ di orecchie al sindaco.

    • I residenti hanno già un sacco di parcheggi con strisce gialle, e non possono certo aggiungerne altri. Viceversa succederà che saranno a pagamento per tutti , residenti del quartiere compresi, tuttalpiù con abbonamenti a prezzo ridotto. Comunque alla stazione di Rho fiera c’è una situazione identica e nessun ricorso al TAR …

  2. Ma BASTA!!!!! Che rottura di p…le! Possibile che tutte queste manifestazioni siano regolarmente autorizzate? Possibile che Saronno sia ogni sabato ostaggio degli anarchici? Possibile che nessuno possa far nulla? Ma secondo voi è tutto “normale”? Perché solo a Saronno succedono queste cose? Qualcuno di tutti quelli che tanto parlano da Banfi ad Indelicato, da Lattuada a a Casali fino ad arrivare ai colletti bianco rosa tinti di viola di Obiettivo Saronno: nessuno sa dare queste risposte ai cittadini, e poi busserete tutti alla mia porta a chiedermi il voto!
    Cittadino commerciante saronnese esasperato.

    • Forse le risposte gliele deve dare il sindaco in carica da oltre 4 anni, ovvero Alessandro Fagioli della Lega, ma non le persone che ha citato lei erroneamente.

  3. Sanno qualcosa questi anarchici su chi ha divelto le colonnine delle ricariche auto elettriche?
    E poi da che pulpito viene la predica sull’illegalità……

  4. volevo ricordare a questi pseudo anarchici o meglio definiti “figli di papà” che il parcheggio in questione è si diventato a pagamento ma solo per i non residenti e abitanti di Saronno.

    io non ho mai avuto simpatie per questa giunta ma ritengo che quanto deliberato vada
    verso il volere di tutti i saronnesi stanchi di vedere la città invasa da macchine di comuni vicini che occupano per l’intera giornata i vari parcheggi.

    Per quanto riguarda la manifestazione di sabato prossimo visto che la giunta e le forze dell’ordine non sono in grado di far rispettare l’ordine ed impedire loro di mettere a fuoco e fiamme Saronno, propongo ai cittadini di Saronno, stanchi di questa situazione, di trovarci sabato in piazza per poterli vedere e fotografare.

    le sardine insegnano… mettiamoci la faccia.. mandiamo un segnale forte a questi delinquenti ….forse scavando scavando potremmo accorgerci che dietro di loro non c’è il nulla, la mancanza di libertà….ma sicuramente troveremo tante BRUTTE sorprese partendo magari dai loro genitori.

    io ci sarò

Comments are closed.