SARONNO – Il primo Ramadan di Saronno tra Facebook e Zoom: con il centro islamico di via Grieg chiuso per l’emergenza coronavirus, e vietati assembramenti ed appuntamenti aggregativi, l’imam Najib Al Bared ha deciso di usare tutta la tecnologia a disposizione per stare vicino ai fedeli mussulmani per questo mese sacro per la loro religione.

Sono previsti una serie di appuntamenti online dal 24 aprile al 25 maggio: tutti i giorni per mezz’ora 30 minuti prima della preghiera “notturna” dell’Ishaa, “insegnamenti tratti dal corano”. Momento di riflessione per le donne tutte le domeniche alle 14 e tutti i giorni per un’ora prima della preghiera serale del “Maghrib” gruppo di studio sul corano.

Solitamente per il Ramadan al centro islamico saronnese fanno riferimenti migliaia di fedeli non solo del basso varesotto ma molti provenienti anche dalla vicina Brianza e dall’altomilanese; stavolta potranno utilizzare telefonino o computer per essere comunque presenti.

(foto: l’imam di Saronno, Najib Al Bared, durante un precedente appuntamento al centro islamico, prima dell’emergenza coronavirus)

22042020