SARONNO – “Assessore Tosi, a differenza di quanto lei fa, non mi permetto di fare considerazioni sulla sua correttezza e onestà intellettuale. Noto invece che, pur essendo avvocato, non apprezza l’importanza del rispetto delle regole e dei contenuti sostanziali e formali e, nel caso specifico, di quanto previsto dal regolamento del consiglio comunale, che evidentemente non conosce o disconosce”.

Sono le parole del consigliere Franco Casali che replica all’intervento dell’assessore Gianangelo Tosi in merito all’esposto presentato al Prefetto sulla mancata risposta all’interrogazione presentata dalla maggioranza.

“Le faccio presente che avrebbe dovuto e potuto semplicemente rispondere per iscritto, e magari in tempi brevi, all’interrogazione degli otto consiglieri firmatari, per rispetto sia al ruolo istituzionale che l’opposizione svolge, e a quello che lei stesso, anche se con diverse modalità, svolge. In questo modo – ovvero con le risposte attraverso i canali istituzionali di cui è dotata la nostra democrazia – avrebbe anche evitato di dare alle opposizioni quella visibilità della quale secondo lei sono sempre alla ricerca.

Lei si é autocelebrato in consiglio comunale con un’intervento verbale e verboso, decisamente tardivo e di durata eccessiva, circa un’ora, rispetto ai cinque minuti di cui dispongono i consiglieri comunali. Non per questo non l’abbiamo pazientemente ascoltata. Restiamo sempre in attesa della sua risposta scritta, come previsto dal Regolamento del Consiglio Comunale (Art. 67, c.2) per quanto le abbiamo richiesto per iscritto ben oltre 45 giorni fa”.

17052020

4 Commenti

  1. Signor Casali non deve essere così negativo nei confronti del signor Tosi, vede ormai questa”amministrazione” è scaduta .
    Il signor Tosi ha il timore di essere il “sacrificato” e sembra che usi la sua continua “esposizione mediatica” per trovare un altro incarico in “trasferta”; quindi è normale ci sia da parte sua un po di nervosismo.
    Paolo Enrico Colombo

  2. E no l’assessore al posto di fare quello che prevedono le norme, ha preferito fare i capricci mezzo stampa.

  3. Un bel tacer, caro assessore, non fu mai scritto… lei invece avrebbe fatto meglio a tacere e scrivere piuttosto…

Comments are closed.