SARONNO – Poco dopo le 13 armati di flessibile si sono aperti un varco nelle inferiate che proteggevano l’intercapedine del sotterraneo della banca e sono riusciti ad accedere all’istituto di credito. Con il volto coperto, ma senza mostrare armi, hanno bloccato un dipendente chiedendo di attivare il temporizzatore per aprire la cassaforte. Non hanno fatto in tempo ad arrivare al denaro perchè non hanno fatto i conti con i carabinieri che, allertati da un cliente che non riusciva ad entrare, sono arrivati sul posto in pochi minuti.

Emergono i propri particolari sulla rapina fallita, proprio grazie all’intervento dei militari, oggi in piazzale Borella ai danni della sede dell’Ubi Banca situata davanti all’ospedale cittadino.

L’allarme è scattato quando un cittadino ha chiamato i carabinieri perchè “in banca non rispondeva nessuno”. I militari della compagnia cittadina guidata dal capitano Pietro Laghezza hanno circondato l’edificio ed hanno bloccato i due malviventi mentre cercavano di allontanarsi dall’ingresso posteriore. A seguire l’intervento dei tutori dell’ordine molti saronnesi che hanno visto non solo il fermo dei rapinatori ma anche l’arrivo delle pattuglie a sirene spiegate. 

2 Commenti

Comments are closed.