SARONNO – Sconterà 7 anni di carcere il 49enne saronnese arrestato l’autunno scorso dai carabinieri della compagnia di Saronno per aver adescato 3 minorenni usando un profilo femminile.

L’uomo, come riporta l’Ansa, ha ottenuto il rito abbreviato ed è stato condannato, al tribunale di Milano, per violenza sessuale ai danni di tre minorenni e una tentata nei confronti di un quarto con l’aggravante della sostituzione di persona e detenzione di materiale pedopornografico.

L’indagine è stata svolta dai militari della Compagnia di Saronno a partire dall’intervento effettuato da una pattuglia per una lite, avvenuta proprio presso l’abitazione dell’indagato nell’agosto dello scorso anno.

I successivi approfondimenti hanno fatto emergere una vicenda più inquietante e, in particolare, come nel biennio 2016 – 2018, avesse adescato 3 minori. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri l’uomo contattava i ragazzi, tutti tra i 15 ed i 17 anni, su Facebook utilizzando un falso profilo femminile. Tramite messaggi inviati con il servizio di messaggistica del noto social network chiedeva ai minori di trasmettergli foto delle loro parti intime, promettendo in cambio una prestazione sessuale da consumare presso la sua abitazione. I giovanissimi venivano invitati in orario serale presso l’appartamento dell’indagato che, rimanendo sull’uscio di casa al buio, indossando una parrucca di colore rosso e parlando in falsetto per sembrare una donna, praticava un rapporto orale alle vittime, ignare di tutto.

L’uomo un operaio di 49 anni era stato arrestato lo scorso autunno dai carabinieri della compagnia di Saronno guidati dal capitano Laghezza che avevano anche requisito telefono e computer del saronnese.