SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota di Saronno al centro in merito al ballottaggio.

“Non ci voleva l’oracolo per prevedere che la candidata Sindaco e l’ex Sindaco avrebbero virato a sinistra. La poltrona, gli incarichi , l’ambizione erano visibili a tutti, nonostante le loro affermazioni. Morale: siamo allo sbraco totale.

Non bastava un governo “ imbarazzante” e siamo in un momento di grande confusione sia politica sia etica ma non per questo dobbiamo rinunciare – noi come Saronno al Centro e con tutta la coalizione di centro destra – alla denuncia di ciò che sta accadendo a Saronno. Gli imparentamenti stanno lasciando esterefatti molti cittadini e ci auguriamo che altri se ne aggiungeranno per non trovarsi la casacca rossa indosso, a loro insaputa.

Obiettivo Saronno e la sua candidata Sindaco, ha scoperto le sue carte, proprio lei, nata politicamente 5 anni fa con la nostra lista civica e uscita subito dopo le elezioni perché non era riuscita a conquistarsi un assessorato. Altro personaggio nato con Saronno al centro, è Francesco Banfi, un quasi giovane di molte parole ma pochi fatti e lo ha dimostrato dopo oltre due anni di assessore al Commercio. Del resto, anche il volto dell’ex Sindaco ha giocato sulla fiducia dei saronnesi presentandosi come il vero centro destra e con un salto acrobatico è passato da destra a sinistra con disinvoltura. Potere dell’ambizione a scapito dei cittadini che credevano in lui. Dei veri problemi della citta, a queste persone non importa gran che, visti i fatti . Ricordiamoci quando staremo per votare. Chi ha tradito più di una volta lo può fare ancora. Senza rimorsi ne’ rimpianti.

Avremo, se vincerà Airoldi, porte aperte all’immigrazione mascherata da profughi, avremo la città imbrattata dai Telos – da sempre tollerati dalle sinistre – avremo in casa +Europa e sarebbe utile capire come si concilierà la politica della Bonino: radicale ortodossa e dissidente, pro aborto libero, amica del mondo musulmano che non vuole integrarsi, colei che auspica porti aperti. Come farà il candidato Sindaco a formare una Giunta con tante teste e riuscire anche a governare? La Lega con Fagioli, in questi anni che il centro sinistra non vuole riconoscere, ha fatto molto. La sua Giunta ha lavorato intensamente e l’appoggio regionale leghista, ha dato ottimi risultati sia finanziari sia operativi, ospedale in primis dove negli ultimi anni sono stati investiti oltre 24 milioni di euro. La vera realtà è che Fagioli non ha sbandierato i risultati ma li ha ottenuti e sono sotto gli occhi di tutti i cittadini. Basta voler guardare senza i paraocchi e soprattutto valutare senza credere nelle parole ma nei fatti. Da lunedì, se vincesse questa sgangherata sinistra saronnese, non ci sarà più tempo per dire “ ho sbagliato”.

( un gazebo elettorale di saronno al centro)

40 Commenti

  1. Nessun risultato apprezzabile.
    Attaccate le persone perché non avete argomenti.
    Puntate sulla strategia della paura ipotizzando scenari apocalittici perché voi non siete stati capaci di amministrare la città.
    Parlate agli altri di poltrone perché avete paura di perdere le vostre.
    Andate a lavorare!
    Sipario.

  2. Quanto livore e come sempre a denigrare gli altri.
    I cittadini ne hanno abbastanza di questo tipo di politica.
    Imparate semmai a fare le proposte e a promuovere il vostro candidato.

    OS ha scelto di schierarsi perché vuole realizzare le cose che si è prefisso e giustamente non poteva certo farlo con chi ha criticato per tanti anni. Punto. Non è difficile da capire e anzi è una cosa positiva.
    Ma quando finirà questa politica pessima?

  3. “porte aperte all’immigrazione mascherata da profughi, avremo la città imbrattata dai Telos – da sempre tollerati dalle sinistre”

    Ma quali porte aperte all’immigrazione?? Parliamo della carica di sindaco e nessuno apre le porte all’immigrazione, come sognate da sempre, il problema c’è ed è anche difficile da risolvere, ma non fate voli pindarici e soprattutto non attaccatevi sempre a questo disco rotto, che tra l’altro poco ha a che fare con la politica locale.

    Sul Telos, in questi cinque anni nulla è stato fatto. Anche qui il problema non è facile, ma venire a dire che è tollerato, francamente anche no. E torno a ripetere in questi cinque anni cosa è stato fatto?

  4. Un riassunto condivisibile ricco di dettagli non da poco sconosciuti ai non addetti ai lavori.

  5. https://ilsaronno.it/2015/05/19/lega-nord-focus-sul-programma-elettorale-per-lultimo-weekend-in-piazza/
    mi soffermo solo sui primi che dovevano essere il vostro punto forte
    SICUREZZA e LEGALITA’
    Sentirsi sicuri è un’ esigenza fondamentale dei cittadini, e bisogna ostacolare la criminalità con continuità.

    PIANO URBANO DELLA SICUREZZA
    Potenziamento e formazione della Polizia Locale, pattugliamento costante e assiduo del territorio anche nelle ore notturne, controllo delle residenze e delle occupazioni illegali.

    DECORO URBANO
    Contro l’accattonaggio molesto, contro l’imbrattamento delle strade, contro l’abusivismo commerciale, contro il disturbo della quiete pubblica, contro il consumo esagerato di alcolici e contro lo spaccio di droga. Cura ed attenzione alla manutenzione di attrezzature ad uso pubblico e cura del verde urbano.

    INVESTIMENTI PER LA SICUREZZA
    Installazione di telecamere e potenziamento dell’impianto di illuminazione nei quartieri, in centro e lungo le aree più sensibili.

    VOLONTARI DELLA SICUREZZA
    Promozione del volontariato per la sicurezza come Nonni Amici e associazioni d’Arma. Tutti devono sentirsi partecipi per rendere più sicura la Città.

    PRIMA LE FAMIGLIE SARONNESI
    Giustizia sociale per le famiglie Saronnesi: nessuna famiglia saronnese deve finire in fondo alla fila, superata dagli ultimi arrivati. Priorità ai saronnesi nell’assegnazione di alloggi popolari e servizi comunali. Agevolazioni per le famiglie saronnesi con figli.

  6. Guardiamo i fatti, appunto.
    – per l’ospedale bisogna andare fuori saronno
    – la sicurezza, cavallo di battaglia alle scorse elezioni, non è migliorata: la gentaglia si è spostata da davanti alla stazione a dietro. Basta farsi un giro lì o alla stazione di saronno sud, oppure in alcune zone del matteotti, oppure leggersi gli articoli di cronaca dei mesi passati, con scippi e simili
    – i parchi sono stati trascurati: andate a vedere il parco salvo d’acquisto con il castello impacchettato e inagibile da oltre un anno, oppure quello in via leonardo da vinci, zona matteotti
    – le strade le hanno provate a rifare negli ultimi mesi pre-elettorali: per il resto il vuoto. Si guardi ai marciapiedi impraticabili da carrozzine e passeggini in varie vie della citta (come via roma con l’inutile battaglia sui bagolari)
    – parcheggi blu ovunque, ottima scusa pee fare cassa e ridurre il servizio ai cittadini e a chi viene da fuori e aiuta il commercio e la vita della città
    – traffico immutato: tanto era e tanto è rimasto. Nessuno sforzo sulle piste ciclabili o sulla sicurezza di pedoni e biciclette
    – efficienza del comune peggiorata, con necessità di prendere appuntamento telefonando in una fascia oraria di un’ora, in cui prendere la linea è un’impresa
    E si potrebbe continuare.
    Sicuramente l’alternativa è un rischio, ma non si può certo continuare così

  7. Sac non ha titoli per affondare nessuno… 🤣🤣🤣 il muretto dei frati lo tirate su o no? 😘☺️☺️☺️☺️

  8. Telos: infatti si è visto con il concerto di meno di 2 settimane fa all’ex-Isotta come siano svaniti sotto la gestione Fagioli…privi di argomentazioni fondate sembrate in preda alla disperazione

  9. Invece loro sono stati talmente tanto nei gangheri che non solo hanno dovuto rimescolare la giunta due volte in cinque anni, ma hanno anche perso pezzi per strada al punto che alla fine SAC si è talmente prostrata alla Lega da essersi suicidata.

    Un assessore che è stato sui giornali 60 volte all’anno e prende 70 preferenze dà la cifra della percezione del lavoro svolto.

  10. Articolo che sembra dettato dalla disperazione che porta a perdere lucidità, serenità e a scrivere cose inesatte .

  11. Faccio a SAC tutti i miei complimenti per aver allevato in seno due simili figure politiche.
    I cittadini se ne erano già accorti e per questo siete sprofondati dal 10% di 5 anni fa al misero 3% di oggi. Sul minestrone “riscaldato” della sinistra saronnese invece concordo, ma purtroppo i giochi sono già fatti e il buon Gilli ha fatto di tutto anche lui pur di non far vincere il centrodestra.
    Forse alla fine avete sbagliato tutto, a partire dalla inesistente “comunicazione” per finire a riproporre Fagioli come candidato sindaco. Adessp non resta che piangervi addosso sulle scelte che avete fatto.

  12. Senza essere leghista di Fagioli apprezzo che faccia una politica NON urlata e NON fatta di selfie e foto (sperabile che Ceriano e Solaro imparino!).

    • infatti fagioli non fa politica urlata perchè è muto su tutti gli argomenti, per lui parlano i sala e i veronesi

    • Riflessione. OS ha scelto di seguire Airoldi perché ci sarebbe una convergenza sul programma. Gilli idem con la promessa, credo, da parte di Airoldi di occuparsi fattivamente di Palazzo Visconti. Queste affinità sulle cose da fare per la Città erano evidenti già in campagna elettorale. Bastava mettere a confronto i programmi appunto. Domanda. Mettersi d’accordo prima no? Avremmo risparmiato soldi, polemiche sterili e le scuole avrebbero evitato di rimanere ancora chiuse per due giorni. Ci sarà anche una logica. Confesso la mia ignoranza. Non ci arrivo proprio.

  13. sac si ricordi che deve solo a banfi se nelle ultime elezione ha potuto tradire la sua identità per svendersi ai fagioli. banfi era il più votato

  14. Offese personali e scenari apocalittici se vincono gli avversari… Questa è la vostra considerazione dei cittadini saronnesi? Non sono tutti così fessi come voi pensate.

  15. Se vincerà Airoldi arriveranno anche le 7 piaghe dell’Apocalisse? Sono comprese anche le cavallette insieme agli immigrati travestiti da profughi? Domani cercate di scrivere ancora qualcosa di divertente!

  16. Sac dopo essersi venduta 5 anni fa letteralmente alla lega ottenendo i cambio due assessorati farlocchi,oggi pretende di dare lezione ad o.s. che al di là di tutto ottiene un riconoscimento politico che gli permetterà se capace di intestarsi provvedimenti che sac non ha saputo fare.
    Spero che riflettano sui propri errori e non cerchino scusanti alla propria insulsaggine politica invocando invasioni di cosacchi o extracomunitari clandestini..

  17. Leggo: “…con un salto acrobatico è passato da destra a sinistra con disinvoltura…”. Si vede che per SAC il centro non esiste, a onta del proprio nome! Poi, forse SAC non si è ancora accorta che è alleata con la destra sovranista, che vagheggia l’indipendenza della Padania.
    A proposito di “disinvoltura”, mi devo ripetere. Cinque anni fa, SAC aveva scritto su una sua pubblicazione: “Saronno sta alla Lega, come il diavolo all’acqua santa”. Dopo qualche giorno SAC si è “apparentata” con la Lega, con repentina e allarmante disinvoltura e tramite un accordo non palese! Prova di questo accordo sono i due assessori di SAC in Giunta!
    SAC, in questo articolo, si dimentica di ricordare, tra l’altro, che approva l’enorme e inutile spesa per l’area feste. Approva che la parola “ITALIA” venga di fatto abolita a livello istituzionale! E il Tricolore come è considerato?
    SAC è forse “arrabbiata” per il misero risultato elettorale: è passata dal 10% al 2%. Se il ballottaggio darà un certo responso…per SAC il destino è infausto …zero consiglieri!…dimenticavo: e zero assessori!

  18. ..il salto della quaglia…sport saronnese.. ci siamo già dimenticati dell’esperienza Porro? un disastro inenarrabile…ora per qualche spicciolo …mah

    • Sig Anonimo, vuole essere così cortese di riassumere in poche righe i punti che le hanno fatto definire inenarrabile la polita del dott Porro? Io seguo la politica solo da fuori e occasionalmente, grazie.

    • Si si naturalmente invece questi 5 anni un Eden con con anche il 3 volte natale…
      Per non parlare che oggi spacciano anche davanti le super telecamere fagioliane.

  19. Una amministrazione nata male che finirà peggio; nata male perchè nel 2015 Il Sig Fagioli tentò e fece Bingo, grazie al vostro appoggio esterno: due asessori e frattaglie (per voi) perdendo così di vista così il vero nodo politico (apparentamento che non vi fu concesso) vero propulsore che permette di elevare gli interessi di parte ad interessi della collettività: ovvero il consiglio comunale e i numeri dei consiglieri che compongono la maggioranza; poichè maggiore è l’eteregenità di tali numeri meglio riesce la logica della trattativa/negoziazione a pari dignità (che è il sale della politica) impedendo così ad una sola compagine di autoreferenziarsi; ed è quello che è successo alla Lega di saronno che aveva la maggioranza assoluta in questi 5 anni. Dovete ricordare alle persone che i posti in giunta, in tali condizioni, contano nulla poichè il Sindaco può, a sua discrezione, revocarne le deleghe (quello che capitò a Banfi forse perchè disturbava la quiete) L’assenza di una vostra azione politica, pur in presenza di quella amministrativa, non ha portato a risultati significativi ma solo pasticci e confusioni che non hanno permesso di qualificarvi, forse per non disturbare il manovratore (pena la revoca del mandato) tutto cio vi ha impedito quell’azione autonoma che è fondamentele per caratterizzarsi e di conseguenza porta al radicamento quella compagine che vuole fare del buon governo per la collettività il suo mantra. La vostra recentissima débcle servirà all’uscente Sindaco Fagioli a fargli capire il primo dei tanti errori che ha commesso. Sicuramente la lezione deve averla ben capita la Signora Ciceroni.

  20. Dai futuri probabili perdenti ci aspettiamo solo commenti come questo, purtroppo! Fango e invettive, senza riuscire a presentare un buon motivo per essere votati. Che tristezza

  21. Gli esponenti di Obiettivo Saronno sono molto attivi nel commentare gli articoli… Non hanno di meglio da fare?

  22. Riflessione. OS ha scelto di seguire Airoldi perché ci sarebbe una convergenza sul programma. Gilli idem con la promessa, credo, da parte di Airoldi di occuparsi fattivamente di Palazzo Visconti. Queste affinità sulle cose da fare per la Città erano evidenti già in campagna elettorale. Bastava mettere a confronto i programmi appunto. Domanda. Mettersi d’accordo prima no? Avremmo risparmiato soldi, polemiche sterili e le scuole avrebbero evitato di rimanere ancora chiuse per due giorni. Ci sarà anche una logica. Confesso la mia ignoranza. Non ci arrivo proprio.

  23. SAC praticamente sparito in queste elezioni evidente. Che la gente vi ha giudicato come dei furbini opportunisti e mi fermo qui per carità

  24. La sinistra ha palesemente paura, Airoldi di natura democristiana non capisco perche’ del PD, un partito devastante ed incapace. Basta vedere cosa sta facendo per la Nazione, un vero disastro!!

  25. Sac. Inutili personaggi che campano su poltrone ! Da lunedì sera sparirete dalla circolazione e nessuno si ricorderà più di voi , non vediamo l’ora!!

Comments are closed.