SARONNO – Domenica 25 ottobre, i militanti delle Sinergia Animalista coordinati dal Fronte Animalista, si sono nuovamente recati nel Saronnese e Comasco.

“A Turate e Rovello i cacciatori sono tornati – raccontano gli attivisti – due settimane fa non si erano presentati, ma ieri mattina hanno avuto la sorpresa, a scovarli nei campi sono stati i militanti. Abbiamo trovato un capanno mobile posizionato vicino all’autostrada che costeggia Turate e Rovello, con tanto di uccellini da richiamo impagliati. A Saronno un cacciatore è stato sorpreso con un uccellino vivo legato ad una corda”

Gli animalisti hanno parlato anche di alcuni bossoli ritrovati all’interno di una struttura e hanno continuato: “Sia a Turate, Rovello e nel campo nella periferia si Saronno, sono intervenuti i carabinieri. Nel primo caso sono stati contattati dal cacciatore (quello con i richiami impagliati). Nel secondo caso, gli agenti sono stati contattati dai cittadini che abitano a due passi”.

“La caccia – concludono – va fermata ed ostacolata”.

6 Commenti

    • il governo della regione lombardia è a favore della caccia, non c’è da sorprendersi visto che sono a favore delle armi e pochi mesì fa hanno bocciato una proposta di legge per vietare in regione spettacoli di circhi con animali

      • totalmente in disaccordo con la Regione, io vieteri la caccia e ancor più l’utilizzo di animali nei circhi (cosa che ha appena fatto la Francia). Se poi uno vuole sparare, vada al tiro a segno a sparare contro le sagome.

    • Con il diritto per la diversa della vita di ogni essere senziente. Un uccello legato ad una corda o rinchiuso in gabbiette minuscole è un’offesa alla civiltà. Bravi animalisti

Comments are closed.