LIMBIATE – Un’interessante acquisizione gratuita dell’area confinante con l’edificio scolastico di via Torino è stata conclusa nei giorni scorsi dall’amministrazione limbiatese, che però non può ancora dare agli abitanti del quartiere San Francesco quello che attendono ormai da cinque anni, ovvero la loro nuova scuola primaria “Anna Frank”.

L’operazione urbanistica confermata con una delibera di giunta riguarda l’acquisizione, a costo zero per il comune di Limbiate, della porzione di terreno che costeggia il plesso e che, lungo la via Torino, conduce alla strada che era utilizzata per accedere alla Cava. “Si tratta – spiega l’amministrazione in una nota – di un grande valore aggiunto per l’intero quartiere perché, ad esempio, potrà portare alla realizzazione di un nuovo parcheggio e della relativa via di accesso per la nuova scuola. Un parcheggio che sarà a disposizione sia dei genitori degli studenti, che di coloro che fruiranno nel corso della giornata delle attività e dei servizi che saranno erogati della scuola Anna Frank”.

Ecco appunto. Proprio della nuova scuola “Anna Frank”, il cui cantiere è nuovamente fermo, i genitori dei bambini iscritti alla primaria (momentaneamente spostata a Mombello, nell’edificio ex Afol di via Montegrappa) hanno ricevuto notizie – dopo mesi di dubbi legati allo stallo – la scorsa settimana, quando il sindaco, attraverso una lettera, ha comunicato di aver notificato all’impresa che ha in appalto l’opera “l’urgenza di riprendere al più presto i lavori e di riallinearsi con il cronoprogramma condiviso tempo fa”, dove cioè si fissava la conclusione degli interventi principali entro l’estate 2021, in modo da poter far entrare gli alunni a scuola a settembre 2021.

La comunicazione del sindaco ha lasciato amareggiate molte famiglie, che stanno scongiurando l’ipotesi a loro più indigesta, ovvero che neanche per il prossimo settembre il plesso del quartiere sarà agibile.

25112020

(nella foto: lavori in corso sui marciapiedi lungo la via Torino)