GROANE- Un piano da più di 600mila euro per rilanciare il Parco delle Groane e della Brughiera Briantea quale elemento cardine del territorio investendo nella manutenzione e nella promozione. Il consiglio di gestione dell’ente ha deciso di investire l’avanzo di bilancio in una serie di interventi distribuiti uniformemente lungo gli 8mila ettari di estensione dell’area protetta lombarda. Uno sforzo economico e organizzativo importante per il Parco su cui lo staff dell’ufficio Tecnico sta già lavorando da qualche settimana. I lavori cominceranno nei primi mesi del 2021. 

Il territorio del Parco è stato suddiviso in cinque ambiti omogenei per morfologia e vocazione, e anche per garantire una gestione più pronta ed efficace degli interventi: l’area nord-ovest con il territorio di Fino Mornasco, Cucciago, Cermenate, Novedrate e Vertemate con Minoprio; l’area nord-est con il territorio di Cantù, Figino Serenza, Carimate, Carugo, Mariano Comense e Cabiate, l’area centro-nord con il territorio di Lentate sul Seveso, Lazzate, Misinto, Meda, Barlassina, Seveso; l’area centrale con il territorio di Cogliate, Ceriano Laghetto, Cesano Maderno, Solaro, Bovisio Masciago; l’area sud con il territorio di Limbiate, Cesate, Senago, Garbagnate Milanese, Arese, Bollate.

Gli interventi comporteranno: abbattimenti piante pericolanti o morte in piedi, rimozione esemplari schiantati, taglio arbusti e siepi, sfalcio prati; pronto intervento da garantirsi entro 24 ore dall’ordine di servizio per interventi urgenti di messa in sicurezza delle aree del Parco (a seguito di eventi meteo particolarmente violenti oramai sempre più frequenti specie nella stagione estiva), quali rimozione alberature abbattute o pericolanti comprese quelle che interessano gli alvei dei corsi d’acqua in area Parco, rimozione elementi di arredo urbano in condizioni di instabilità; rimozione sedimenti accumulati nell’alveo dei corsi d’acqua insistenti nel territorio del Parco; manutenzione e sostituzione elementi di arredo e segnaletica: revisione e riparazione giochi, panchine, attrezzature sportive, cartelli segnaletici, cartellonistica e bacheche; manutenzione piste ciclopedonali e sentieri: ripristino pavimentazioni, riassetto cordonature, ripristino recinzioni e steccati; ripristino urgente di manufatti e pavimentazioni; piccoli interventi di regimazione acque piovane per evitare allagamenti a seguito di eventi meteo.

Così il presidente del Parco delle Groane Emiliano Campi: «La manutenzione, assieme alla sicurezza, è stato fin dall’inizio uno dei due punti programmatici principali del mio mandato e con l’utilizzo di questa cifra importante diamo inizio a una serie di interventi che sicuramente renderanno il Parco delle Groane e della Brughiera ancora meglio fruibile dai tanti cittadini che soprattutto nel week-end si riversano per godere di qualche ora di relax nella natura – dice il Presidente Emiliano Campi – In generale i lavori che abbiamo previsto riguarderanno opere di riqualificazione fluviale, interventi sul patrimonio forestale e arboreo, il recupero di sentieri e la manutenzione delle piste ciclabili andando a ricucire un percorso che unirà le varie aree del parco laddove frammentate».

26112020

3 Commenti

  1. speriamo che non gestisca il parco come viene gestita la sanità lombarda …. se il buongiorno si vede dal mattino però …. w gli scout

Comments are closed.