SARONNO – Da domenica la Lombardia passa nella Zona gialla dell’emergenza coronavirus: cosa cambia a Saronno come nel resto della regione?

Bar e ristoranti – I bar saranno aperti sino alle 18 così come i ristoranti per il servizio al tavolo, successivamente i ristoranti possono rimanere aperti per le consegne a domicilio e sino alle 22 per il take away.

Spostamenti – Ci si potrà spostare tra comuni diversi, oltre che nel proprio comune di residenza, meno che dalle 22 alle 5 quando è in vigore il coprifuoco. Possibile raggiungere altre regioni ma solo con autocertificazione ed a fronte di validi motivi.

Negozi e centri commerciali – Apertura dei centri commerciali nei feriali ma non sabato, domenica e nei giorni festivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, supermercati alimentari, tabaccherie ed edicole.

Parenti e amici – La raccomandazione resta quella di non visitare persone non conviventi ma si potrà fare visita a parenti ed amici.

Natale – Restano in vigore le norme per il periodo natalizio. Ovvero, il 25 e 26 dicembre e l’1 di gennaio il divieto di spostamento tra comuni ed anche di andare nelle seconde case fuori dal proprio comune di residenza.

Scuola – Didattica a distanza per le superiori di secondo grado; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie.

Trasporto pubblico – Permane la riduzione del 50 per cento del trasporto pubblico ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

Sport e svaghi – Piscine, cinema, teatri, palestre e centri sportivi rimangono chiusi; così come sale giochi, sale scommesse, bingo e sale slot. Oltre a musei e mostre.

09122020

3 Commenti

Comments are closed.