Home Città Querelle col Comitato pendolari, Andrea Monti: “Trenord ritiri la richiesta di risarcimento”

Querelle col Comitato pendolari, Andrea Monti: “Trenord ritiri la richiesta di risarcimento”

361
6

LAZZATE – La polemica sul video di auguri natalizi da parte di Trenord, modificato poi ironicamente, visti i frequenti disagi, dal Comitato della linea Milano-Mortara-Alessandria (MiMoAl), è arrivata anche in Commissione territorio e infrastrutture del Consiglio regionale. Il consigliere Simone Verni (M5S), infatti, ha chiesto all’assessore ai Trasporti Claudia Terzi di far desistere Trenord dalla richiesta di risarcimento danni, pari a 10 mila euro.

D’accordo, seppur con le dovute puntualizzazioni, anche il vice presidente della Commissione V, Andrea Monti (Lega), che è anche assessore comunale a Lazzate: “Premesso che in genere non condivido quanto viene fatto da un Comitato così schierato politicamente, considero però inopportuna l’azione di Trenord”, afferma, precisando di ritenere non corretto domandare all’assessore di intervenire, qualora la richiesta di essere risarciti fosse solo aziendale, e non quindi della Regione. “In tal caso, andrebbero sollecitati, piuttosto, i soci, ovvero Fnm e Trenitalia”, conclude Monti.

(foto: il lazzatese Andrea Monti, esponente della Lega)

07022021

6 Commenti

  1. ” comitato così schierato politicamente” che tradotto significa che se non la pensano come voi significa che sono “schierati politicamente mente”. Io avrei aggiunto tipo “questi cattocomunistipapistieuropeisti…

  2. Caro Monti Trenor causa disagi infiniti ai viaggiatori. E chi si lamenta non e’ schierato politicamente, ma chi subisce questi disagi.
    Se poi Trenord viene “presa in giro” deve solo che tacere e pensare a dare un servizio adeguato ai cittadini lombardi!

  3. i comitati rivendicano i loro diritti, quelli che sono legati politicamente alla regione invece fanno finta di niente….
    domanda :ma chi dei due è schierato politicamente?
    Paolo Enrico Colombo

  4. Bisognerebbe ricordare a Trenord la farsa dei rimborsi per quei “famosi giorni” in cui la loro splendida organizzazione causo’ danni a viaggiatori e ad Aziende. Cioè’ quando tutti gli orari saltarono a causa del cambio del loro gestionale.. Ore perse per ritardi sul posto di lavoro, disagi a non finire..
    Risarcimenti? Ridicoli.
    Ricordiamocelo… Questo e gli altri tanti episodi di Trenord. Altro che risarcimento … Domanda..Ma perche’ deve esistere questo monopolio?

  5. Il signore, non schierato politicamente, deve essere un grande utilizzatore di Trenord.

Comments are closed.