SARONNO / VARESE – La polizia ferroviaria ha potenziato i servizi di controllo sulla rete locale di Trenord, nelle stazioni e sui treni: negli ultimi sette giorni sono stati infatti eseguiti 28 servizi di vigilanza negli scali, 25 a bordo dei convogli, e sono state identificate oltre 800 persone.

L’episodio più grave degli ultimi giorni si è verificato nel pomeriggio di sabato 20 febbraio, gli agenti della polizia ferroviaria di Varese hanno denunciato per tentata estorsione un minorenne italiano, già noto. L’indagine ha avuto origine dalla denuncia della vittima, un maggiorenne siriano residente in provincia.

In seguito alle indagini gli investigatori hanno accertato che lo straniero dopo aver smarrito il proprio cellulare a bordo del treno per Varese era stato avvicinato dal minorenne che pretendeva un riscatto per restituire il telefono. Gli agenti della Polfer hanno individuato il giovane autore dell’estorsione, già noto agli investigatori. Il minorenne, trovato in possesso del telefono, è stato denunciato a piede libero alla procura del Tribunale dei minori di Milano ed è stato affidato ai genitori, mentre il telefono recuperato è stato restituito al legittimo proprietario.

(foto: pattuglia della polizia ferroviaria alla stazione di “Saronno centro”)

25022021

1 commento

Comments are closed.