SARONNO – A raccontare l’accaduto sono i residenti che, dalle finestre, hanno visto tutto. Hanno visto un gruppo di ragazzi, una trentina, arrivare alla spicciolata, aprire il cancello e trascorrere la serata sulla panchine del parco di via Toti tra birre, chiacchiere e la musica di uno stereo.

E’ incusione notturna andata in scena ieri al quartiere Prealpi e resa nota anche dal’ex candidato sindaco Luciano Silighini.

“Ho appena ricevuto da un residente di via Toti delle foto che lasciano pochi commenti. Un parco pensato per i bambini della Rodari e dell’asilo Collodi recentemente recintato dall’amministrazione è alle 22.30 popolato da una trentina di ragazzi con stereo e bottiglie di birra in barba al coprifuoco e alle regole sanitarie che la pandemia ci ha costretti ad adottare”.

Semplice il suo commento sull’accaduto: “Capisco la voglia, vera umana necessità, di stare insieme ma siamo in una emergenza sanitaria delle più gravi della storia e queste azioni non hanno giustificazione. L’impegno dell’amministrazione è notevole e anche oggi il sindaco ha mostrato il suo interesse primario per l’emergenza in atto ma cosa si può fare quando un gruppo di persone, grazie al cielo minoritarie, mettono a rischio l’intera comunità? Non è essere fighi rompere un cancello e non rispettare le regole, sopratutto oggi. È un gesto da stupidi senza cervello. I genitori sano cosa stanno facendo i loro figli e il perché non siano a casa nonostante il coprifuoco?”.

25 Commenti

  1. La considerazione finale mi sembra quella più importante, i genitori? Immagino siano arrivati i carabinieri….

    • A volte i genitori non possono fare molto, possono solo sperare che tutto vada sempre bene.
      Non è facile come si crede e chi ha figli può capire.
      Non voglio giustificare ma c’è bisogno di aiuto

  2. E Silighini sa la differenza tra questo suo commento e quelli rilasciati in analoghe circostanze pochi mesi orsono?

  3. A me sembra che la situazione a Saronno stia sfuggendo di mano nelle ultime settimane

  4. I vigili dove sono ? A già sono impegnati a dare le multe insieme a quelli che puliscono le strade….ma non per fare cassa naturalmente.

  5. AIROLDI!!!
    Situazione fuori controllo in centro tanto che ha dovuto utilizzare il megafono per disperdere gli assembramenti, ma fuori controllo anche in periferia, dove vengono divelti cancelli per accedere ai parchi pubblici e fare festini a tutta birra.
    Sig. Sindaco, non crede sia il caso di intervenire?
    Le rinnoviamo l’invito a fornire pubblicamente i report dell’attività svolta dalla Polizia Locale in tema di sicurezza sul fronte del contenimento della pandemia.
    Grazie.

    • Smentito da ulteriori commenti. Nessun assembramento, solo gente che camminava con la dovuta mascherina

    • Perché documentare quello che succedeva. Così poi nessuno può dire che se lo erano inventato.

  6. In questo triste periodo troppo spesso mi sento un pirla ( in quanto rispettoso delle regole) circondato da molti pirla….

  7. Sarebbe interessante sapere se dopo questi fatti il Sindaco intenda prendere qualche provvedimento o se continui a restare silenzioso . Si tratta di un fatto di sicurezza sanitaria per la città oltre che mancato rispetto di precise regole governative

  8. Forse questi ragazzi sono ancora vivi, per fortuna, molti dei commentatori credono di essere vivi, ma per paura di morire hanno smesso di vivere.

    • Guarda che di Covid si muore veramente. C’è poco da scherzare e se siamo di nuovo in zona rossa è grazie alla gente che è in giro a far baldoria.

    • Poi ci sono i morti veri, che sono 300 al giorno. Loro hanno proprio smesso di vivere e che meriterebbero rispetto e che si facesse qualsiasi cosa per evitare che altri muoiano. Non credo che evitare feste sia un sacrificio così grande.

  9. Detto da Lei …….visto i presenti…probabilmente li avrà pagati..
    ..
    Non sarebbe la prima volta

Comments are closed.