CERIANO LAGHETTO – Lite in cantiere edile a Ceriano Laghetto, due sindacalisti hanno denunciati di essere stati aggrediti e sono accorsi i carabinieri. A riferite dell’accaduto una nota congiunta dei sindacati Fillea Lombardia, Fillea Cgil di Monza e Brianza e della Camera del lavoro di Monza e Brianza.

Si legge nel comunicato: “I due sindacalisti stavano svolgendo la loro attività nella zona ad ovest di Monza quando si sono fermati in un cantiere per informare i lavoratori edili sulle novità contenute nelle piattaforme del Contratto territoriale integrativo di Milano e del Contratto collettivo nazionale di lavoro e sulle novità inerenti al settore edile: nuovo fondo sanitario nazionale Sanedil, nuovo fondo anticipo pensionistico, nuovo fondo giovani ed altro”. Prosegue la nota: “Riscontrando che tutti i lavoratori non possedevano né il cartellino di riconoscimento né il modello Unilav dell’Inps, che i ponteggi non erano a norma, che i dispositivi di protezione individuale (come scarpe antinfortunistiche e caschi per la protezione del capo) non erano in dotazione dei lavoratori, hanno chiesto di poter interloquire con i proprietari dell’edificio. Dopo alcuni minuti sono arrivati i committenti, probabilmente proprietari dell’edificio, che hanno iniziato ad inveire contro i funzionari sindacali (una donna e un uomo) offendendoli e usando loro violenza verbale, insultandoli con epiteti fino a strappare loro la mascherina dal volto. Non si sono posti il problema che nel cantiere c’erano lavoratori che stavano svolgendo lavoro non in modalità regolare, ma hanno individuato i sindacalisti come soggetti responsabili dell’aver scoperto una gravissima mancanza di rispetto delle leggi dello stato Italiano e della Contrattazione collettiva nazionale e territoriale”.

A seguire l’arrivo dei carabinieri e l’apertura di una inchiesta.

(foto archivio)

19032021

6 Commenti

  1. Ma il vicesindaco che va ovunque (ovunque non sia sindaco uno della lega) in questo caso nulla da dire?

  2. Mi sarei aspettato una presa di posizione del sindaco ma forse già impegnato con i vitelli

    • Se guardavi rg regionale RAI 3 vedevi intervista a Crippa. Informarsi prima di parlare non fa mai male.

  3. Se non si perdesse tempo con i selfie nel bosco la polizia locale potrebbe vedere molte altre irregolarità sotto gli occhi di tutti ……

    • Il tempo speso nel bosco non è inutile. Portati a casa tua i pusher. Così le forze dell ordine possono dedicarsi anche ad altro.

Comments are closed.