SARONNO – Una mail semplice e schietta con una residente racconta il degrado del quartiere Retrostazione chiedendo l’Amministrazione comunale, e in particolare al sindaco Augusto Airoldi, di intervenire.

Il primo problema della zona, quella intorno a via Ferrari sono i furti: “A febbraio un condominio è stato interessato da furti nei box, mentre l’altra notte circa 60 cantine sono state divelte con furti vari del loro contenuto”. A preoccupare sono anche i bivacchi: “Consideri che in zona stazionano indisturbati individui che spacciano tranquillamente, oppure nel migliore dei casi, mangiano e bevono lasciando anche quantitativi importanti di avanzi e rifiuti di ogni genere oppure ascoltando musica ad alto volume. Un paio di settimane fa in pieno giorno ho sorpreso due extracomunitari che stavano tentando di entrare nel palazzo forzando la porta”.

Ma non ci sono solo i furti ma anche un generale degrado: “Per completare la situazione deplorevole della zona, vi sono dei paletti della luce abbattuti anni fa da dei vandali e che, al momento continuano a rimanere a terra senza che nessuno abbia segnalato o ripristinato gli stessi: i paletti sono nell’aiuola dove si trova il monumento dedicato all’Aeronautica in Piazza Tranquillo Zerbi”

Le richieste? Una maggior presenza delle forze dell’ordine e come deterrente anche un ampliamento della videosorveglianza cittadina per monitorare meglio il quartiere.

(foto archivio)

11042021

20 Commenti

  1. Purtroppo anche la situazione del fronte stazione non è molto migliore e sta peggiorando rapidamente. Spacciatori che fatto il bello e il cattivo tempo, come se il quartiere fosse loro: spacciano alla luce del sole, consumano cibo lasciando i rifiuti tranquillamente in terra, rompono vetri della macchine per rubare qualche euro, sono artefici di atti di violenza come risse e atti intimidatori a chiunque provi a dirgli qualcosa.
    Infine un’ultima cosa che in questo periodo storico è quella che mi ha dato più fastidio: in piena zona rossa quando i commercianti devo chiudere le loro attività, queste belle persone continuavano indisturbati i loro traffici …. forse lo spaccio a saronno è considerato attività essenziale?

  2. Purtroppo Saronno è priva della figura del Sindaco. Saronno è abbandonata. L’incapacità di questa amministrazione è disarmante. Questa situazione di degrado c è anche in altre zone della città. All’interno della cantoni vivono abusivamente i clandestini spacciatori, tutti lo sanno, in primis il sindaco, ma nessuno prende provvedimenti.

    • Ma basta baggianate e rosicamenti vari.
      In pochi mesi, centro tamponi, hub vaccinale, via Roma finalmente sistemata senza strage di alberi…
      Come se con fagioli il retro stazione era un eden, ma prima di scrivere pensateci diventate risibili!

      • La loro parola d’ordine è comunicare, non è importante l’oggetto o la sua veridicità, basta comunicare (cfr Salvini ed ultima gaffe su vaccinazioni ai carcerati)

      • C’è poco da fare ironia, chiunque ha visto trasformarsi la zona stazione nei 5 anni di Fagioli.

      • Quindi siamo già al non facciamo niente tanto non lo facevano neanche quelli di prima…
        Tipico modo di governare delle sinistre, proclami, ideali, suono alle trombe e poi, nei quattro posti del paese dove riescono ancora a risicare una vittoria, il nulla piú assoluto.

        • E la sua è il tipico atteggiamento leghista, colpa d’altri l, non ho avuto il tempo… Poi pretendere in poco tempo da altri quello che non si è fatto per anni

          • peccato che non sia leghista ma semplicemente contrario ai Fanfaroni…tipici della sinistra.

          • vogliamo parlare di quello che la sinistra non ha fatto negli ulitmi decenni in tutta Italia? … o peggio ancor di quel poco che ha fatto male?

          • Saronno peggiorata, degradata e sporca.Nmeno le aiuole sono curate ( erbacce e piante morte) Almeno con il sindaco precedente veniva curato il decoro urbsno

      • La vita fortunatamente va avanti. Quindi ora guardiamo quello che fa questa anninistrazione. Nulla non fa nulla. Dimissioni.

      • Ma certo, 6 mesi fa sembrava di essere in Svizzera ora nei sobborghi di una metropoli sudamericana…

    • Infatti con quella precedente amministrazione dietro la stazione c’erano solo angeli che suonavano melodie…. anzi no spacciavano ssotto le telecamere!

  3. Capolinea, nel retro stazione abita anche l’assessore strano che non se sia accorta.
    Airoldi capolinea

  4. Il retrostazione non porta voti, figurati se gliene frega qualcosa all’Airoldi…per lui il quartiere si ferma al Santuario e l’uratori.

  5. Siete migliorati nella comunicazione di partito, fate passi in avanti ma….
    siete sempre secondi !!! Coraggio…fatevi coraggio….

Comments are closed.