SARONNO – L’estate è tempo di bilanci ma anche di progetti. Si tira le somme su quanto è stato fatto e su quali sono le priorità per l’imminente autunno. Abbiamo quindi deciso di condividere questo momento di confronto con il mondo politico saronnese.

Abbiamo scelto un nome semplice e immediato “Come va Saronno?” per trasmettere da subito l’idea di momento di riflessione e analisi che possa essere utile per fare il punto della situazione.

Faremo poche domande (speriamo con risposte brevi e molto interessanti) per capire come sta andando quest’inizio di 2021 e soprattutto dove si vuole andare in quella che speriamo tutti possa essere la definitiva ripartenza. I quesiti sono volutamente molto aperti per dar modo a tutti di esprimersi al meglio.

Le domande sono rivolte a tutte le forze politiche presenti in città, a partire da quelle che siedono in consiglio comunale. Potranno rispondere davvero tutti: capigruppo, segretari, consiglieri, candidati, ex e interessati alla politica saronnese. Le risposte verranno pubblicate a partire dal 26 luglio su ilSaronno nella sezione politica (le troverete tutte qui).

Ecco le domande:

  1. Due cose per cui Saronno merita un plauso in questo 2021 e due cose per cui la rimanderesti a settembre
  2. L’Amministrazione e il consiglio comunale usciti dall’ultima tornata elettorale lavorano a pieno regime. In questi mesi non sono mancati gli scontri, le crisi e i colpi di scena. Quali sono state le sorprese, quali i punti di forza e quelli di debolezza?
  3. Le sfide di quest’inizio estate sono state l’ospedale, con la riforma sanitaria in corso, la sicurezza e la ripartenza post Covid… come si è mossa Saronno?
  4. Cosa inseriresti tra le priorità dell’agenda cittadina a settembre?
  5. Recovery fund: l’Amministrazione è al lavoro per ottenere fondi per rilanciare la città: su cosa si dovrebbe investire nel lungo periodo?

(foto archivio)

17072021