SARONNO – Serata movimentata ieri sera in viale Santuario dove sono accorsi i mezzi di soccorso. Sono arrivati i vigili del fuoco, i carabinieri e un’ambulanza. Fortunatamente alla fine non c’era nessun’emergenza solo un ragazzo alle prese con una profonda dormitata.

Ma facciamo un passo indietro. Intorno alle 23 è arrivata al numero unico delle emergenze la chiamata di una saronnese residente in viale Santuario. La donna ha chiesto aiuto perchè il figlio che era chiuso all’interno della sua camera non rispondeva alle insistenti e “ad alto volume” chiamate della padre.

Immediata, temendo un malore, la mobilitazione. I vigili del fuoco sono arrivati sul posto e muniti di scala a ganci hanno raggiunto la finestra aperta della stanza in cui si trovava il giovane. Sono “scesi” dalla finestra dell’appartamento del piano superiore, il quarto.

Fortunatamente il ragazzo stava benissimo. Era semplicemente profondamente addormentato. Svegliato dai pompieri il saronnese ha aperto alla madre mortificato per la mobilitazione provocata dal suo sonno profondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.