SARONNO – Non solo l’operazione di salvataggio dei pesci realizzato ieri dal servizio ittico di Regione Lombardia  (con la relativa “liberazione” nella zona di Lomazzo) ma anche una serie di interventi tampone uniti ad un monitoraggio costante per evitare che la situazione degeneri nuovamente.

Ieri e oggi il Comune con il proprio ispettore ambientale e il gruppo comunale di protezione civile si è attivato per tamponare, almeno fino al prossimo temporale, il problema della secca del torrente Lura.

Come avvenuto in passato la pozza che si è creata sotto via Tommaseo, in alcuni punti con una profondità di oltre 2 metri, sarà rifornita d’acqua in modo da evitare la morte dei pesci (tinca, barbo gardon, ghiozzo, persico sole, carassio, oltre, ovviamente, vaironi e cavedani) per mancanza di ossigeno. L’operazione è stata realizzata per la prima volta ieri mattina dalla protezione civile che ha attivato lo stesso sistema realizzato alcuni anni fa.

Attività essenzionale quella di monitoraggio del livello di acqua che consentirà di intervenire solo in caso in necessità.

26082021

3 Commenti

  1. Quindi è bastato l idrante lì vicino per tamponare la situazione. Soluzione intelligente

Comments are closed.