Home Comasco Rete alzata, cane “liberato” a Rovello Porro

Rete alzata, cane “liberato” a Rovello Porro

516
5

ROVELLO PORRO – “Tutto è bene ciò che finisce bene. Il cane di Rovello Porro finalmente non è più legato alla corda, ora può scorrazzare nel giardino e godersi il suo proprietario appena rientra a casa dal lavoro. La famosa recinzione è stata alzata, il pericolo che il cane esca dal recinto non c’è più. Siamo contenti della notizia, anche il nostro legale avvocato Zuleica Gregianin del foro di Padova, aveva mandato una Pec al primo cittadino di Rovello Porro, Paolo Pavan, sollecitando un intervento”. Così una nota dell’associazione Cento per cento animalisti, che nei giorni scorsi aveva sollevato il “caso” del cane di Rovello, che era legato ad una catena molto corta. 

“L’intenzione del proprietario, come avevamo già scritto, era quella di alzare la recinzione, ma dopo il nostro primo intervento del 25 ottobre, nulla era stato fatto. Il secondo intervento della settimana scorsa, da parte dei nostri militanti, ha ottenuto un ottimo risultato: la recinzione è stata alzata, il cane ora è libero. Per noi la faccenda è chiusa, auguriamo al pelosone una lunga e felice vita, senza mai più corde o catene. Anche la dimora diurna è stata messa in regola. Grazie ai carabinieri della stazione di Turate che sono intervenuti celermente due volte appena chiamati, grazie al sindaco di Rovello Porro che sicuramente si sarà interessato alla questione” si conclude il comunicato.

21122021

5 Commenti

  1. ottimo….ma una multa per averlo tenuto legato con una catena/corda lunga un metro ci sta.

  2. Una società civile che si può permettere il lusso di impiegare le forze dell’ordine per slegare un cane è una società che ha sconfitto definitivamente la criminalità, anche quella più piccola.
    Vicecersa dove la criminalità impera e i criminali, grandi e piccoli, agiscono per lo più impuniti, le forze dell’ordine non possono perdere tempo con la lunghezza delle corde a cui è legato un cane.
    Chi pretende l’intervento delle forze dell’ordine per queste cose, ancorché legittimato dall’ordinamento giuridico, toglie deliberatamente risorse alla lotta contro la malavita.

  3. Siamo nel 2021…a breve 2022…dovete capire che gli Animali non sono oggetti! Sono esseri senzienti. Vanno rispettati e tutelati! Fate a meno di prenderli se li dovete trattare male!

Comments are closed.