SARONNO – Nonostante il periodo difficile dovuto alla pandemia in corso, lo sport guarda avanti e continua le sue attività rispettando tutti i protocolli di sicurezza. In vista delle prossime gare internazionali, con la speranza che si potranno organizzare liberamente, la nazionale giovanile di karate si è ritrovata al villaggio olimpico di Lignano Sabbiadoro il 27 dicembre per un seminario di tre giorni di allenamenti, diretti dallo staff tecnico nazionale con la supervisione del presidente federale Davide Benetello.

La presenza dei migliori atleti provenienti da tutta Italia era subordinata al possesso del green pass abbinato al tampone negativo che veniva eseguito prima dell’accesso alle strutture, e garantito così il miglior tasso tecnico possibile a questo seminario. Meritata convocazione per la saronnese Alessandra Bossi, dopo i risultati stagionali e la vittoria del campionato italiano categoria cadetti nella specialità Kumite (combattimento).

Un’impegnativa esperienza di alto contenuto tecnico per tutti i partecipanti con allenamenti specifici e molto intensi dove gli atleti non si sono risparmiati dimostrando il proprio valore. Importante partecipare a questi seminari per poter poi accedere alle convocazioni per le gare internazionali come gli Europei giovanili che si dovevano svolgere a Praga in febbraio ma rimandati in primavera causa pandemia.

31122021