SARONNO – Inizia il conto alla rovescia per la prima edizione del Festival della Poesia: una settimana di eventi che porterà la poesia in ogni angolo della città.

“Abbiamo accolto la proposta di Chiara Angaroni e Marina Virgili – ha raccontato l’assessore alla Cultura Laura Succi – che, insieme a Chiara Pozzi e Graziella Buzzi, sono oggi nella direzione artistica del festival; con loro abbiamo articolato un progetto complesso, intenzionato a darei spazio sia ad autori locali, che poeti che arrivano da altre realtà italiane.”

La città sarà interamente coinvolta da questi “Giorni diVersi”, come recita il nome della rassegna: dal 27 marzo al 3 aprile, una serie di iniziative porteranno la poesia nei negozi, nei luoghi simbolo saronnesi, ma anche tra le strade.

Di questo sì è occupato il Movimento d’emancipazione della poesia.

“Rivestiremo la città di poesia – racconta Chiara Angaroni, presidente della commissione cultura – non solo metaforicamente, ma anche letteralmente: esporremo poesia nei negozi, nelle strade. Collaboreremo con i ragazzi del Mep che appenderanno le poesie sulle strade, sulle colonne, poesie sulle vetrine. Questo è il nostro obiettivo: portare la poesia tra la gente e farla uscire dal suo contesto di nicchia “.

Grande attenzione è stata prestata alla grafica, in cui spiccano i luoghi simbolo della città: la chiesa Prepositurale, corso Italia, il santuario, villa Gianetti e il teatro Pasta saranno punti nevralgici dell’intero festival. Giallo il colore della locandina perché, come spiega Chiara Angaroni, “è il colore della rinascita, della primavera e la poesia è rinascita e cambiamento”.

“Il tema della cura legherà il festival – specifica Marina Virgili – tramite la parola poetica che elabora la malattia, il dolore, e ci fa ritrovare il passo adatto a proseguire. Questo tempa sarà trattato in modo biografico da Giovanna Rosadini, ma sarà trattato dal candidato Nobel per la pace Hafez Haidar come cura del mondo e della relazioni.”

“Non mancheranno i riferimenti alla pandemia -aggiunge – con Claudio Pagelli si tratterà il tema del Coronavirus e della cura dei malati.”

23022022

3 Commenti

  1. Complimenti bellissima iniziativa, un grazie e un saluto anche a Chiara Angaroni attivissima presidente della Commissione Cultura.

  2. Finalmente una iniziativa di largo respiro
    Si spera che con la la leggerezza e la profondità del pensiero ci si possa proiettare verso una nuova ripartenza.

Comments are closed.