SARONNO – Qualche spettatore vedendo i goccioloni caduti alle 20 a Saronno è andato al cinema Prealpi dove si sarebbe dovuto tenere l’evento in caso di maltempo ma alla fine sono tutti arrivati in Villa Gianetti dove gli organizzatori avevano allestito tutto il necessario e dove il concerto si è svolto senza problemi.

Malgrado la pioggia caduta tra le 19,30 e le 20 un centinaio di saronnesi ha assistito ieri sera al concerto Faber a Maqroll che ha proposto “un viaggio per mare nella storia della canzone d’autore genovese” con Federico Sirianni (voce, chitarra, pianoforte) e Alice Nappi (violino).

Si tratta del concerto di Ferragosto organizzato per il secondo anno per l’assessore alla Cultura Laura Succi che ha rimarcato il proprio impegno, dopo le presenze registrate l’anno scorso, a lavorare per farlo rimanere come una tradizione saronnese.

Come detto l’acquazzone che ha interessato la città intorno alle 20 ha spinto qualche spettatore ad andare al cinema Prealpi (dove era previsto l’evento in caso di pioggia) ma alle 21 erano tutti in villa accomodati sulle sedie asciugate dal personale comunale.

(foto di Edio Bison)

—-

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

17 Commenti

  1. Saronno che bella quando ci sono questi eventi ricchi di cultura che valorizzano villa Gianetti.
    Peccato poi perdere questo valore aggiunto acquisito quando sempre nel giardino della villa si organizzano feste a base di birra e panini.
    Grazie Augusto per ciò che stai facendo per Saronno.

    • Peccato che la Villa è anche luogo di spaccio e di bivacco dei clandestini. Grazie Sindaco. Saronno chiede le sue dimissioni per incapacità amministrativa.

    • Peccato che la Villa è anche luogo di spaccio e di bivacco dei clandestini. Grazie Sindaco. Saronno chiede le sue dimissioni per incapacità amministrativa.

    • Peccato per 3 eventi che hanno un po’ di
      appeal popolare, cosa che con un èp’ di ritardo si è capito? Ma ben venga tutto quello che ravviva questa città!
      Saronno sala del commiato mortuario, dove giovani e meno giovani scappano a divertirsi altrove, NO GRAZIE!

  2. Quindi serata piovosa alcuni sono andati in Piazza Prealpi al teatro che non e’ vicinissima a Villa Gianetti poi li il concerto non c’era e si doveva ritornare a Villa Gianetti?Molto bene.

  3. Quindi serata piovosa alcuni sono andati in Piazza Prealpi al teatro che non e’ vicinissima a Villa Gianetti poi li il concerto non c’era e si doveva ritornare a Villa Gianetti?Molto bene.In una città di 40000 abitanti siete riusciti a racci.olare un centinaio di persone per un eventi gratuito?

    • Sui canali social del comune era specificato che il concerto si sarebbe tenuto in villa Gianetti con apposito aggiornamento. Basta leggerli …. C’est plus facile !!!!
      …..il est plus facile de lire que de critiquer

      • Non è vero. Ho controllato personalmente alle 20 c’era solo l’indicazione al cinema Prealpi di qualche giorno prima. Magari non dire invece di dire mezze verità sarebbe ancora più semplice che criticare.

  4. Qualche dubbio sul “centinaio” di persone che hanno assistito al concerto. I posti a sedere erano duecento, quasi tutti occupati. Aggiungiamo al centinaio un’ottantina di persone? Bene, peccato per il meteo incerto fino a poco prima dell’inizio, per una bella esibizione di bravi musicisti. Federico Sirianni a parte, molto brava, al violino, Alice Nappi. Spero che questa del concerto di Ferragosto diventi una tradizione, non tutti han la fortuna di essere in vacanza in questi giorni!

    • C’ero (ho apprezzato l’evento anche perchè quest’anno non ho potuto andare in vacanza a Ferragosto e mi è parso un bel modo per dare una serata diversa a chi è rimasto a casa) le sedie non erano duecento. I presenti erano un centinaio perchè deve fare una polemica ridicola non necessaria e non richiesta?

  5. E appena prima che il leader del gruppo che si apprestava a suonare, prendesse la parola, una voce femminile si levò dal condominio di fronte a Villa Gianetti: “Abbassate il volume, basta!!”
    E Federico Sirianni, voce chitarra e pianoforte, “Guardi, non abbiamo ancora iniziato.” Capito che significa organizzare eventi in Città?

    • Gentile Lettore, ha colto il segno, il problema sono i Sarunat.
      Fuori i marocchini che spacciano, basta immigrati, ma poi guai a sentire musica.
      Successe la stessa cosa anni fa in occasione di un concerto rock (non erano gli Iron Maiden per intenderci) con tanto di birra e panini (eh si che schifo).
      I vigili intervennero per il volume che secondo gli eremiti del palazzo di fronte era troppo alto.
      Noi siamo questo.
      Certo gli spacciatori non alzano il volume e potranno farvi dormire sonno tranquilli

  6. Bella precisazione i posti erano 200 quanto tutti occupati liberi saranno stati quelli che gli avevamo detto che in casodi serata piovosa il concerto si sarebbe tenuto il Piazza Prealpi e a piedi e’ un venticinque minuti ad andare e un venticinque minuti a piedi tornare.

  7. Se ogni venti giorni in estate come evento estivo chiami tre bancarelle di salamelle o qualche orchestrina di tre/quattro persone ovviamente ti devi rinchiudere nel recinto di una villa seminascosta in una strada buia .

  8. Non e’ che dovevano venire i Bee Gees che prima dite che in caso di serata piovosa non si faceva a Villa Gianetti ma Piazza Prealpi poi c’è la serata piovosa e lo fate lo stesso a Villa Gianetti e pretendete che la gente segue gli aggiornamenti live sui social .(serata piovosa).Un bell’evento sarebbero le dimissioni.

Comments are closed.