SARONNO – Hanno lasciato i corridoi e le aule magne dove in questi giorni hanno organizzato decine di incontri e dibattiti e sono tornati davanti alla cattedra alle prese con interrogazioni e compiti in classe. Le autogestioni e gli scioperi bianchi che nell’ultima settimana hanno “agitato” le scuole saronnesi si sono ormai conclusi.

LA SITUAZIONE SCUOLA PER SCUOLA
Al liceo Gb Grassi con il comitato studentesco di mercoledì sera i ragazzi sono tornati in classe:”E’ ripreso il regolare svolgimento delle lezioni – spiega il preside Giulio Ramolini – anche se l’attenzione degli studenti è ancora alta sui temi e i contenuti della riforma”. Ritorno in classe anche al liceo classico Legnani e all’Ipsia Parma, i primi a riprendere i libri.
Più travagliata la situazione all’itc Zappa di via Grandi dove gli studenti hanno fatto anche qualche ora di occupazione. “Abbiamo iniziato l’occupazione alle 17,30 – spiega uno dei rappresentanti degli studenti – ma invece di essere in 200 come deciso nell’assemblea il giorno prima eravamo solo in trenta. Quando in serata sono arrivati i carabinieri siamo rimasti davvero troppo pochi per portare avanti un’occupazione e così siamo tornati a casa. Oggi siamo regolarmente in classe”. Lezioni regolari anche all’Itis Riva di via Carso.

Non si tratterebbe però dell’epilogo della protesta ma solo di una sospensione: proprio oggi pomeriggio si ritroveranno gli studenti di tutti gli istituti per un incontro in biblioteca. All’ordine del giorno l’organizzazione dell’edizione saronnese del corteo di mercoledì 5 dicembre e la possibilità che alcuni istituti riprendano con lo sciopero bianco o l’autogestione da lunedì 3 dicembre.

30/11/12