gaetano cali SARONNO – Oggi pomeriggio alle 14 nella chiesa di Santa Margherita a Caronno Pertusella, dove ha vissuto si terranno i funerali del maresciallo dei carabinieri Gaetano Calì, scomparso nella notte tra lunedì e martedì in seguito ad un male incurabile.
La notizia la lasciato senza parole moltissimi saronnesi che, nonostante fosse andato in pensione nel 2008, non avevano dimenticato il sorriso e l’affabilità del militare che continuava a mettersi al servizio della città collaborando con l’associazione nazionale carabinieri. Centinaia i messaggi di cordogli arrivati alla famiglia da amici, conoscenti, colleghi dell’Arma e semplici cittadini.

Un ringraziamento per gli anni al servizio della città arrivano dal presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi mentre su Facebook è arrivato il ricordo dai rifosi dell’Fbc Saronno che hanno ricordato i tanti servizi del militare allo stadio dove Calì rimaneva sempre tranquillo e sorridente anche nelle situazioni più critiche e tese.

Un ricordo del maresciallo scomparso a 61 anni è arrivato anche dal presidente dell’associazione Sos Italia Libera Paolo Bocedi:”Vorrei ricordare un bravo carabiniere di nome Calì. Era il 1992 quando per la prima volta vidi l’appuntato Calì. Faceva parte della scorta che il comitato per l’ordine e la sicurezza della prefettura di Varese mi aveva assegnato. Erano anni in cui la criminalità organizzata sembrava avere il sopravvento. Ricordo benissimo quell’omaccione in divisa alto e robusto con sempre il sorriso sulle labbra, sempre attento alle persone che si avvicinavano. Mi vengono in mente le sue “coccole” alla piccola Veronica, e le caramelle che le portava. Non mi vergogno a dirlo, quando ho visto le carte mortuarie con scritto maresciallo calì, non ho potuto trattenere le lacrime. Caro mio angelo custode, sei stato il migliore. La tua divisa ci ha dato coraggio e ci ha protetto in un momento terribile della nostra vita. Per noi sara’ impossibile dimenticarti”.

17012013