SARONNO – Mattinata indimenticabile per gli studenti dell’istituto Prealpi che hanno avuto l’occasione per fare due chiacchiere con “il Capitano” Javier Zanetti. Il campione dell’Inter, ora dirigente, è arrivato alla scuola di via San Francesco intorno alle 10 ed ha visitato l’istituto a partire dalle strutture utilizzate dai ragazzi che frequentano il liceo sportivo. Dopo un breve faccia a faccia con il preside Paolo Strano che ha riepilogato la storia del Prealpi che l’anno prossimo festeggierà il quarantesimo di fondazione il calciatore si è trasferito al teatro della Regina Pacis per l’incontro con gli studenti. Il campione si è concesso prima una caffè e una breve visita alla parrocchia di via Roma.

L’incontro, organizzato anche con la collaborazione della GHolding è stato l’occasione per presentare l’attività della fondazione Pupi che opera in Buenos Aires per aiutare bimbi e ragazzi in difficoltà.
Dopo una breve discorso del campione, che ha voluto sottolineare l’importanza dello sport e della determinazione per coltivare i propri sogni senza compromessi, è stata poi la volta delle domande degli studenti.

Da prima timorosi poi sempre più disinibiti i saronnesi hanno spaziato dalle emozione “di quando hai alzato la champions” a richieste sui suoi miti (“essendo argentino ovviamente Maradona ma anche Matthaus che come me ha giocato nell’Inter”). Il calciatore si è aperto molto con i ragazzi raccontando dei sacrifici e della dedizione che gli hanno permesso di realizzare i propri sogni dall’indossare la maglia della nazionale al giocare in Italia.

Non è mancata una domanda sulla sua fede “per me è stata un modo per crescere e gli incontri con i papa, da Giovanni Paolo II a papa Francesco sono tra i più intensi che abbia mai vissuto”. Zanetti ha confermato la propria intenzione di seguire la carriera nell’ambito della dirigenza:”Ho fatto una scelta in modo da ritagliarmi tempo per la mia famiglia e da restare qui perchè, noi viviamo a Como ed abbiamo capito che questo è il nostro posto nel mondo”.

La mattinata si è conclusa con la consegna di un contributo che i ragazzi del Prealpi hanno raccolto per la fondazione guidata dal campione nerazzurro. Ovviamente non sono mancate foto ricordo ed autografi.

30102014

1 commento

  1. un saluto afectuoso a “pupi” y tuta la gente que organizato el evento.si,ese lugar,es el elegido por zanetti.un signori,dentro y fuori de la cancha.saludos desde mar del plata.

Comments are closed.