SARONNO – Sbatti gli haters su Facebook: detto, fatto da parte dell’europarlamentare saronnese Lara Comi che già nei giorni scorsi aveva annunciato la “tolleranza zero” nei confronti di chi insulta o scrive oscenità sui social. Quelli che ce l’hanno con lei, e le inviano messaggi talvolta deliranti, talvolta ingiuriosi ed altre volte assolutamente osceni: Comi ha appena pubblicato un filmato, proprio su Facebook, in cui appaiono con tanto di nome e cognome i loro spesso vergognosi post, a lei rivolti.

“Non è più tollerabile che sui social si agisca impunemente, offendendo ed insultando gratuitamente! Un conto sono le divergenze di opinione, un altro le offese gratuite e sessiste. Io non mi arrendo all’odio, alla rabbia, all’inciviltà e alla violenza verbale di persone che si nascondono dietro un profilo social. Ora ci mettete la faccia: come promesso, ho già iniziato a fare nomi e cognomi!” dice l’europarlamentare ed esponente di Forza Italia.

14032019

7 Commenti

  1. Già che avete pubblicato quest’articolo e i nomi sono stati resi pubblici, perchè non metterli anche qui e adottare quella che dovrebbe essere una buona pratica legata all’informazione: mettere sempre nomi e cognomi in tutti gli articoli pubblicati anche su ilsaronno?! Se ci mette la faccia la Comi, potrà ben farlo anche ilsaronno!

  2. Domani, in parte grazie ad internet ed ai social, centinaia di migliaia di ragazzi manifesteranno per sensibilizzare gli adulti sul problema del clima.
    Sono state organizzate manifestazioni in quasi 2000 citta sparse per il mondo. Il tutto nasce da Greta Thunberg, una ragazza di 16 anni.

    Poi c”e” chi grazie alla rete semina falsita”, offende in modo schifoso, oppure fomenta i piu” bassi istinti. ecc.

    Quanto puo” essere grande l” uomo e quanto infinitamente ignobile.

  3. mi sbaglierò ma quel video è passibile di denuncia per diffamazione da parte delle persone coinvolte

  4. Beh dai allora proteggiamo chi odia, offende, delira sui social.
    Dai proteggiamo i diritti degli odiatori compulsivi…..

Comments are closed.