SARONNO – Esercito, ieri, di nuovo all’ospedale di piazzale Borella a Saronno: i militari sono tornati in azione per una completa sanificazione degli spazi, con riferimento a due ulteriori aree ospedaliere che sino a qualche giorno fa erano dedicate ai pazienti covid, ma che è stato possibile “chiudere” per il calo dei pazienti che sono alle prese con il virus e che sono sempre di meno. In molti casi, anche i nuovi pazienti lamentano sintomi lievi, e spesso per loro non si rende necessario il ricovero ospedaliero, a Saronno come nel resto della Lombardia.

Dunque, altri spazi dell’ospedale possono tornate – dopo l’accurata pulizia con prodotti speciali compiuta dai soldati – alla normalità, ovvero alle abituali attività sanitarie ai quali erano originariamente destinati. In queste attività sono impiegati addetti altamente specialistici del Reggimento di supporto al Comando di reazione rapida della Nato che ha sede a Solbiate Olona. Si tratta di unità qualificate per la disinfezione dalla Scuola di Sanità e Veterinaria dell’Esercito e di unità deputate ad assolvere compiti in materia di difesa Cbrn (Chimica, batteriologica, radiologica, nucleare). Personale che vanta una solida esperienza maturata anche nei teatri operativi all’estero. Avevano già provveduto nei giorni scorsi alla sanificazione di altri ambienti ospedalieri sempre a Saronno.

(foto: il nucleo specializzato dell’Esercito impegnato nella sanificazione di un reparto dell’ospedale di piazza Borella a Saronno)

22052020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.