Home Speciale Elezioni 2020 Centrodestra, De Marco fa il pompiere: “Nessun accordo disatteso”. Vicesindaco sarà una...

Centrodestra, De Marco fa il pompiere: “Nessun accordo disatteso”. Vicesindaco sarà una donna della coalizione

1993
18

SARONNO – La presentazione di Forza Italia non è stata riprogrammata ma la coalizione ha tenuto al faccia a faccia di venerdì sera durato oltre 3 ore.

A darne conto, anche per evitare le fughe di notizie, il commissario cittadino Agostino De Marco:”Gli accordi trovati nella famosa cena al ristorante “La Perla“ non sono stati disattesi dalla Lega. La ricandidatura del sindaco Alessandro Fagioli non è stata mai messa in discussione.
Le posizioni varie (assessorati, presidente del consiglio, presidente della Saronno Servizi e altre) verranno ripartite in maniera proporzionale e con criteri specifici di massima che abbiamo definito.

Il vicesindaco sarà una donna della lista in coalizione con la Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Sac, che prenderà più voti. È chiaro che se la lista che prende più voti non mette l’assessore donna, il vicesindaco va alla lista successiva con l’assessore donna.

Gli altri punti sono di rapporti tra Sindaco, Assessori e dirigenti che sono stati chiariti e che vanno verificati durante il mandato elettorale”.

De Marco chiarisce anche la posizione di Forza Italia: “È chiaro che noi non veniamo meno alla nostra identità e ai nostri principi, siamo liberali europeisti (immaginate oggi un Italia senza l’euro) e chiaramente ci riconosciamo nella carta dei valori di Forza Italia e nel Partito Popolare Europeo. Pertanto non è su questioni di posti ma su posizioni chiare e precise e scritte in un programma condiviso che si andrà a siglare l’accordo definitivo della coalizione, in cui tutti i partiti della coalizione avranno pari dignità.

È chiaro che questo presuppone una mediazione e che non sono dei mal di pancia dovuti a questioni personali o di posizioni.

Crediamo che in questi anni sia iniziato un percorso virtuoso per Saronno che è uscita dall’immobilismo della coalizione della sinistra, e che si possa continuare nel cammino intrapreso.Crediamo che alla fine il senso civico di tutti i componenti della coalizione prevarrà ma sempre nel rispetto dei valori e dei principi che caratterizzano e determinano il nostro impegno in politica.

18 Commenti

  1. Quindi un accordo costruito sulla sparizione delle poltrone e lo dichiarate pure. Ma è serio?

  2. Sissignore signorsì … tutti in fila per un cadreghino su gentile concessione della lega per l’indipendenza della padania

  3. sono mesi che volano coltelli, ma tanto si sa per il bene della spartizione, ops volevo dire di Saronno, poi farete gli amiconi

  4. “È chiaro che se la lista che prende più voti non mette l’assessore donna, il vicesindaco va alla lista successiva con l’assessore donna”: sig. De Marco le donne non sono pezzi degli scacchi che lei e Fagioli potete spostare a piacimento, sono meglio di voi uomini, meglio sarebbe che vi faceste da parte voi uomini per dare spazio a Miglino, Pellicciotta, Castelli e Vanzulli, guarda caso le poche che si sono salvate dal grigiore di questa amministrazione.

  5. Sarà un sogno di De Marco avvenuto nella notte che non rispetta proprio la realtà

  6. Forza Italia e De Marco si dimostrano ancora una volta il vero baluardo di serietà nel centrodestra e, più in generale, nell’orizzonte politico saronnese. Principi chiari e condivisibili a dispetto di quanti a sinistra sanno solo fare proclami avendo peraltro già dimostrato, alla prova dei fatti con Porro, di non saper o voler gestire la Città. A questo punto mi chiedo Gilli da che parte vuole stare?? La sua collocazione naturale per storia, principi, valori e competenze è nel centrodestra, con Airoldi finirebbe nelle sabbie (im)mobili !!

  7. È chiaro che l’unica cosa che gli interessa è mantenere il potere , non necessariamente la poltrona, purché obbediscano ai suoi interessi

  8. Al termine della lettura delle parole del sig. De Marco , così sfrontate nella loro direttivita’ , mi colpisce la logica alla quale sottendono : la politica come spartizione di poltrone e strumento per coltivare unicamente interessi personali, completamente lontana dai bisogni reali delle persone e dai veri problemi della città. Ed inoltre : come permettersi di inserire nel proprio logo un simbolo sacro che rappresenta invece l’esempio più alto di una vita donata solo per amore?
    Ma i saronnesi sono certo che si fronte a tutto questo
    ” orrore ” sapranno chi scegliere al momento del voto.

  9. A me sembra un vero mercato: “chi grida di più la vacca l’é sua” lo scrivo in italiano sennò magari De Marco non la capisce…

  10. Sicuramente non voleva trattare le donne come oggetti, ma il discorso è infelice. Meglio fare una rettifica, donne e uomini di Forza Italia decidono assieme chi farà l’assessore e il vicesindaco.

  11. Quando cita il partito popolare europeo sfiora il ridicolo, chi in Europa andrebbe con Salvini e la Meloni?

  12. Scusatemi ma quando ci sono accordi prima del primo turno e al ballottaggio c e qualcuno che possa davvero credere che si fa sui contenuti? Smettetela di fare i puritani ci sono 2 possibilita: non conoscete al politica oppure vivete su un altro pianeta. Come la storiella della lista civica sulle firme per l ospedale.. che tristezza

Comments are closed.