SARONNO -“Si conclude questo primo turno delle elezioni amministrative di Saronno. Si conclude dopo una lunga (ma di fatto brevissima) ed intensa campagna elettorale, spesso più improntata ad attaccare gli avversari che a presentare proposte proattive”.

Inizia così l’analisi di Fratelli d’Italia sul risultato elettorale.

“Nulla di nuovo da quanto ci aspettavamo dalle urne, data la presenza di cinque candidati sindaco. Le elezioni locali vanno spesso ad intaccare quelli che sono gli equilibri in termini numerici nei partiti nazionali. Innegabilmente speravamo che il distacco tra le due coalizioni che si sfideranno al ballottaggio sarebbe stato stato un po’ più marcato. Ma questa è stata la volontà dei saronnesi ed è quindi giunto il momento di lavorare in questi dieci giorni che ci separano dal secondo turno per convincere ancora più cittadini della bontà del nostro progetto politico ed amministrativo di coalizione.

Non possiamo però nascondere la soddisfazione per il risultato conseguito in città da Fratelli d’Italia, unico partito nazionale ad aumentare (anzi, più che raddoppiare) il proprio consenso rispetto alle elezioni di cinque anni fa. In particolar modo le tante preferenze ottenute dai nostri assessori Guaglianone e Tosi possono essere inequivocabilmente considerate come una volontà di riconferma da parte dei cittadini per l’ottimo lavoro svolto in questo mandato.

Confermiamo la nostra disponibilità ad aperture esterne alla coalizione nell’ottica del futuro governo di Saronno se supportate da una reale condivisione di idee e programmi.

12 Commenti

  1. Beh, nulla di nuovo: FdI viaggia serenamente sotto la metà del dato nazionale, a riconferma del pessimo lavoro svolto e della distanza tra slogan e realtà, quando poi si governa.

    E cara grazia che ha preso i 100 voti di Guaglianone ex-Doma Nunch.

    Condivido comunque la gioia per il risultato.

  2. Boh! Forse avrebbe dovuto parlare Fagioli di “aperture alla coalizione” non FdI! Ma come al solito, nemmeno sul ciglio del baratro finale, Fagioli tace!

  3. “se supportate da una reale condivisione di idee e programmi” quale? quello del 2015 totalmente inatteso? e poi avete chiesto il permesso alla LEGA PER L’INDIPENDENZA DELLA PADANIA che sono i veri e unici capi della coalizione?

  4. L unica apertura che DOVEVATE fare era quella della porta e cacciare fuori Fagioli.
    Ora è tardi.

  5. Guaglianone ha lavorato molto bene, Tosi lasciamo perdere.
    Fagioli è inadeguato a fare il sindaco e, infatti, nonostante il centro destra in Italia sia la maggioranza degli elettori, a Saronno siete testa a testa e, se non vi imparenterete con Gilli e/o Ciceroni, non ce la farete mai ad eleggere il sindaco, perchè nel 36% dei voti a Fagioli c’è molta gente che se lo è fatto andar bene in quanto spinto da Salvini e Fontana.

  6. Fratelli d’Italia raddoppia a Saronno ma quadruplica a livello nazionale. Quindi dai su

Comments are closed.